Imola. Ammonta a circa 85.000 euro la somma a disposizione delle famiglie degli studenti frequentanti le scuole secondarie di primo grado (medie)  e secondo grado (superiori) per il “buono” per l’acquisto dei libri di testo per l’anno scolastico 2010/2011. Sono  45.000 gli euro messi a disposizione, nel 2011, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola per l’azione “Lo zaino pesa meno”,  rientrante nel progetto “Insieme per le famiglie e per il lavoro”- A questi si aggiungono i 40.000 dell’amministrazione comunale, che conferma anche l’anticipo significativo dei tempi di erogazione del contributo alle famiglie che lo riceveranno prima della fine del 2011. La cifra complessiva sarà in grado di coprire sostanzialmente l’intero costo sostenuto per l’acquisto dei testi scolastici.
L'erogazione dei buoni libro rientra tra gli interventi del “Diritto allo studio” per il sostegno alle famiglie nell'istruzione dei propri figli. Tali interventi comprendono anche  la copertura totale dei costi librari per le primarie tramite lo strumento delle cedole, le borse di studio da lasciti e l'accordo con le associazioni di categoria per l’iniziativa “Equo Scuola”, le risorse per l’integrazione dei disabili e i progetti di qualificazione scolastica.
Per ottenere il contributo (“buono libro”) occorre che il valore Isee (Indicatore della situazione economica equivalente) della famiglia, relativo ai redditi  dell’anno 2010, sia inferiore od uguale a 10.632,94 euro. Le domande devono essere consegnate presso le segreterie delle scuole.
I fondi saranno  erogati dal “Diritto allo studio” del Comune di Imola sulla base dei criteri annualmente fissati dalla Regione Emilia Romagna. Negli ultimi anni  il numero di buoni libro erogati è stato in costante aumento, con un incremento significativo nell’anno scolastico 2010/2011, segno evidente dell’incremento delle situazioni di difficoltà economica.  
“Sono davvero soddisfatto del raddoppio nell’anno scolastico appena iniziato delle risorse che erogheremo per i ‘buoni libro’ e voglio ancora una volta ringraziare la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola che ha reso possibile questa azione nell’ambito dell’accordo con il Comune di Imola. E’ un intervento importante che non si perde in sterile demagogia, ma che invece bada alla sostanza e mette denaro nelle tasche di molte famiglie imolesi, permettendo a quelle ragazze e a quei ragazzi che ne usufruiranno di poter avere lo stesso materiale didattico dei loro coetanei. Se ci pensiamo bene è ancora una volta la ricerca e l’ottenimento di un sostegno reale alle famiglie in difficoltà e di pari diritti ed opportunità per tutti gli alunni della scuola pubblica”, commenta l’assessore alla Scuola Marco Raccagna.