Imola. Tutto pronto per l’appuntamento sul Santerno del mondiale suoperbike. Il terzultimo round si disputerà all’autodromo Enzo e Dino Ferrari questo fine settimana (23-25 settembre). Un appuntamento che potrebbe vedere assegnati entrambi i titoli mondiali delle due categorie principali del campionato riservato alle derivate di serie, la Sbk e la Supersport.
Nella classe regina, impresa non facile ma possibile per Carlos Checa (Ducati). Il leader della classifica, che lo scorso anno centrò una perentoria doppietta, deve riuscire a guadagnare 26 punti nei confronti del suo più diretto rivale Marco Melandri (Yamaha) per poter conquistare il suo primo titolo iridato in carriera. A quel punto infatti avrebbe 100 punti di vantaggio (con ancora 100 da assegnare) ma anche se fosse raggiunto, il computo maggiore delle vittorie premierebbe lo spagnolo. La matematica tiene ancora in lizza Max Biaggi (Aprilia), staccato però di 95 punti. Il che significa che a Checa basta guadagnargli ad Imola 5 punti per chiudere i conti nei suoi confronti.
Molto più agevole si prospetta la marcia di Chaz Davies (Yamaha) nel campionato mondiale Supersport. Il pilota britannico arriva all’Enzo e Dino Ferrari con un cospicuo vantaggio: 59 punti su David Salom (Kawasaki), 60 su Fabien Foret (Honda) e 67 su Broc Parkes (Kawasaki). Può permettersi il lusso di perdere rispettivamente 9, 10 e 17 punti sui suoi rivali per festeggiare ad Imola. Il successo finale è comunque nelle sue mani, visto che conquista il titolo se arriva primo, secondo o terzo, indipendentemente dai risultati degli altri.
Nelle classi Superstock non c’è invece possibilità di assegnazione titolo ma in entrambi i campionati potrebbero eleggere il grande favorito alla vittoria finale. Nella 1000 Davide Giugliano (Ducati), autore fino ad ora di 4 vittorie, è pronto a mettere una seria ipoteca sul titolo. Forte di 23 punti di vantaggio su Lorenzo Zanetti (BMW), vincendo metterebbe minimo altri 5 punti tra lui e il suo rivale diretto e soprattutto eliminerebbe dalla corsa al titolo Danilo Petrucci (Ducati), Sylvain Barrier (BMW) e Niccolç Canepa (Ducati).
Nella 600 situazione più aperta. Sulla carta è una lotta a due tra Jed Metcher (Yamaha) e Romain Lanusse (Yamaha), divisi da soli 7 punti, con l’italiano Dino Lombardi (Yamaha) che insegue a 24 punti e che ad Imola dovrà attaccare per guadagnare punti e tenere accesa la speranza di titolo.

Prevendita biglietti: www.ticketone.it e nei punti vendita Ticketone.
Per informazioni: www.autodromoimola.it