Val di Susa. Nina e Marianna, dopo settimane di carcere a Torino, per la sola colpa di essere state sul terreno dove dovrebbe essere costruita la Tav, sono state scarcerate giovedì scorso con l’obbligo di dimora e arresti domiciliari. Forse ha suscitato clamore la lettera di richiesta di liberazione, scritta da Beppe Grillo sul suo blog, o forse le continue manifestazioni dei comitati NoTav. O forse sarà che anche la storia di queste terre ha la sua importanza. Qui infatti nacque il movimento dolciniano, il movimento cristiano di base di Frate Dolcino, rivoluzionario e legato al popolo. Queste sono le terre dove il potere bruciava le cosiddette streghe. Una terra di resistenza che non ha abbandonato le sue tradizioni. Infine, su un video del sito NoTav, il leader Alberto Perino, accenna a interventi anche dei servizi segreti. Il ministro dell’Interno che coordina i sevizi segreti è il leghista Roberto Maroni. Che abbia studiato i movimenti dolciniani? (Giuliano Bugani)