Borgo Tossignano. Casa più auto: il tutto chiaramente a impatto zero. Zero come il nome della vettura che ciascuno si potrebbe trovare in garage comprando casa a Borgo Tossignano, nella lottizzazione Cogalina. L’idea di un pacchetto che abbinasse case concepite secondo i più moderni criteri di risparmio energetico, alla prima city-car italiana totalmente elettrica, è venuta alla Tazzari Gl ed è stata accolta con entusiasmo dalla Sogit Srl, l’impresa costruttrice imolese che sta ora pensando di estendere questa formula anche alle prossime lottizzazioni, secondo una visione eco-compatibile, in cui tutto è pensato per ridurre o azzerare l’impatto delle attività umane nei confronti dell’ambiente.
L’accordo fra la Tazzari GL, divisione Veicoli elettrici e l’immobiliare Sogit è stato curato da Rafael Tazzari, vicepresidente del Gruppo imolese. “Il nostro desiderio – spiega –  è quello di stimolare la costruzione di residenze ecologiche con mobilità a emissioni zero integrata. Per questo primo progetto abbiamo fornito alla Sogit alcune vetture Zero versione Sponsor. Questo ci ha permesso di contenere il prezzo di vendita della vettura e, in sostanza, di permettere alla Sogit di inserire la Zero nel prezzo di listino della casa con un leggero sovrapprezzo di 5 mila euro più Iva”. In questo modo l’acquirente che accetterà il pacchetto, oltre alle chiavi di casa riceverà le chiavi di un gioiellino dell’automotive e del design: decisamente conveniente se si pensa che i prezzi della Zero partono da 20.300 euro più Iva su strada.

La Zero
La Tazzari Zero è a trazione totalmente elettrica e gode di un’ottima autonomia grazie alla moderna tecnologia al litio (140 km nella modalità di marcia “economy”) a fronte di una spiccata propensione al disimpegno nel traffico urbano, grazie alla sua agilità e al suo scatto da vettura sportiva (da 0 a 50 km/h in meno di 5 secondi). Rafael Tazzari sta già immaginando il futuro: “Penso a situazioni ideali, lottizzazioni progettate come villaggi ecosostenibili, in cui la mobilità a emissioni zero sia un elemento fondamentale, come le infrastrutture e le tecnologie costruttive di ultima generazione. In quest’ottica vedo colonnine di ricarica condominiali, garage attrezzati con i caricabatteria e, ovviamente, una Zero in ogni garage”. Le batterie agli ioni di litio della Zero consentono una ricarica performante: circa 9 ore attraverso il carica-batterie standard da 220V di serie su ogni vettura. Con il carica-batterie opzionale Multifast da 220V, a tre velocità il pieno si effettua invece in circa 5 ore, mentre con il caricabatterie, Superfast da 380V esterno ad alimentazione trifase si può ottenere fino all’80% della carica in meno di un’ora.  
Non vanno poi dimenticati i vantaggi dei veicoli elettrici in termini di risparmio, con il bollo esente, l’assicurazione ridotta del 50%, ed il costo di ricarica di circa 2 euro (per un’autonomia fino a 140 km), “considerando che la benzina ormai sta arrivando a 2 euro per un solo litro – conclude Rafael Tazzari -, è davvero un affare girare su un veicolo elettrico a ‘Zero’ emissioni”.