Imola. Una giornata dedicata a Checco Costa a chiusura delle celebrazioni del centenario della nascita (7 aprile 1911). Venerdì 30 ottobre si comincerà alle ore 18 (sala “Bcc Città & Cultura”) con la presentazione del libro – Dvd “Checco Costa a Imola – Passione moto”, che sarà nelle librerie le prossime settimane. Edito dalla Bacchilega Editore, la parte cartacea è stata curato da Claudio Ghini e Angelo Dal Pozzo, per la parte video da Mauro Bartoli (Macine Film).
Finita la presentazione, e per l’occasione sarà possibile vedere il filmato in versione integrale, ci si sposta all’esterno, in piazza Matteotti, a partire dalle 20. Come già nel 2010 la serata sarà l’occasione anche per presentare alcuni dei piloti che parteciperanno alla “200 Miglia Revival”, in programma sabato 1 e domenica 2 ottobre all’autodromo “Enzo e Dino Ferrari” di Imola.
Condotta da Carlo Costa, storico speaker dell’autodromo, e da Paolo Conti di Legend Bike, alla serata interverrà anche il fratello Claudio Costa, creatore della Clinica mobile. Tra i piloti sono attesi Giacomo Agostini, Phil Read, Steve Baker, Mario Lega, Christian Sarron, Virginio Ferrari, Graziano Rossi, Don Emde, Leandro Becheroni, Gianfranco Bonera, Vinicio Salmi. Sul fronte del motocross, ci saranno anche il pilota svedese Sten Lundin, campione di motocross degli anni ’50, fra i protagonisti delle gare disputate alle Acque Minerali in quegli anni e l’italiano Emilio Ostorero, padre nobile del motocross nazionale. A fare gli onori di casa sarà il sindaco di Imola, Daniele Manca; sul palco saranno presenti anche i vertici dell’autodromo,Walter Sciacca e Uberto Selvatico Estense.
Nel corso della serata, su un grande schermo, saranno proiettati il filmato presentato nell’aprile scorso a teatro, in occasione della celebrazione per il centenario della nascita di Checco Costa e un breve video dedicato alla 200 Miglia Revival del 2010.
In piazza sarà allestita una bella mostra fotografica dedicata alle tante gare organizzate da Checco Costa e saranno esposte anche una ventina di moto da competizione, protagoniste delle gare in quegli anni, sia velocità che motocross.
Sia le foto che le moto troveranno uno spazio ancora maggiore in autodromo, nel paddock, da sabato a domenica, nell’ambito della 200 Miglia Revival: saranno oltre 300 le foto esposte, nell’area fra la torre d’ingresso e il corpo box e oltre una ventina le moto storiche presenti. Vi sarà anche lo stand nel quale sarà possibile acquistare il libro “Checco Costa a Imola – Passione moto”.

Il libro / Dvd
Francesco “Checco” Costa è una figura centrale nella storia del motociclismo internazionale, è stato ideatore e organizzatore di importanti competizioni di fama mondiale e fu tra i più convinti sostenitori della costruzione dell’autodromo di Imola, tant’è che la nascita del circuito si deve in massima parte alla sua passione e determinazione. Prendendo spunto dalla sua figura la Bacchilega Editore, Macine Film, su idea di Claudio Ghini, hanno dato vita ad un lavoro che ripercorre tutte le tappe delle competizioni motociclistiche che si sono svolte a Imola, all’autodromo e non solo. L’autodromo imolese ebbe un ruolo di primo piano nelle competizioni motociclistiche internazionali, e, grazie a Checco Costa, gareggiarono sulla pista di Imola tutti i più grandi campioni di questo sport. Ma il lavoro racconta anche l’organizzazione negli anni ’40, sul Monte Castellaccio, delle prime gare di motocross in Italia, così come l’arrivo in Italia dei grandi campioni statunitensi che sfociò nella “sfida del secolo” tra piloti come Kenny Roberts e Giacomo Agostini. Poi ancora si ricordano le competizioni di grande successo come la “Coppa d’Oro Shell”, la “Coppa Agv delle Nazioni” e la “200 miglia” di cui si tennero diverse edizioni con una straordinaria partecipazione di pubblico di oltre 150.000 presenze. Erano gli anni in cui l’autodromo imolese veniva chiamato il “piccolo Nürburgring” per la bellezza e la difficoltà del tracciato, diventando meta obbligata per gli appassionati di motociclismo, la pista di una terra che, da sempre,  ama i motori.
Il documentario racconta la storia di Francesco Costa e delle sue gare, attraverso le parole dei figli Carlo e Claudio Costa, dei piloti, di giornalisti ed esperti di motociclismo. Grazie a straordinarie immagini di repertorio ed ai filmati messi a disposizione dalla Fmi (Federazione motociclistica italiana), il film consente di rivivere le straordinarie emozioni delle gare di Checco Costa, eventi che hanno cambiato la storia del motociclismo internazionale. Con la partecipazione di: Carlo Costa, Claudio Costa, Giacomo Agostini, Loris Capirossi, Jhonny Cecotto, Luciano Costa, Angelo Dal Pozzo, Virginio Ferrari, Paolo Flamini, Fausto Gresini, Mario Lega, Marco Lucchinelli, Emilio Osterero, Kenny Roberts, Graziano Rossi, Bruno Solaroli, Carlo Ubbiali, Franco Uncini. (Valerio Zanotti)