Imola. E’ stato istituito “Per un pacco di libri”, 1° premio letterario per racconti brevi “Città di Imola”, nato da una collaborazione tra la libreria di Palazzo Monsignani e il settimanale diocesano “Il nuovo diario messaggero”. Lo scopo è di diffondere fra i giovanissimi il piacere della scrittura e della lettura, ma anche per offrire un piccolo aiuto davanti al disagio adolescenziale. Il concorso è riservato agli studenti frequentanti l’ultima classe della scuola primaria (5ª elementare) e la scuola secondaria di primo grado (1ª, 2ª e 3ª media) degli Istituti comprensivi imolesi.
Anima dell’organizzazione è Doranna Montefusco, già dirigente scolastico anche in vari istituti del Circondario imolese, che sottolinea le finalità del nuovo concorso: “La fascia d’età che si vuole privilegiare, i giovanissimi dai 10 ai 14 anni della nostra città, è naturalmente incline  ad utilizzare la scrittura e il libro come “strumenti/rifugio” di fronte alle difficoltà che incontra nel processo della crescita e nel percorso verso l’autonomia. Con questo premio si vuole sostenere nei giovanissimi questa naturale predisposizione, soprattutto nel presente momento di dichiarato disagio educativo che si aggiunge alle problematiche del disagio adolescenziale. Il concorso in sostanza nasce come un’opportunità che si vuole offrire come attenzione degli adulti verso la generazione più giovane del nostro territorio”.
I partecipanti dovranno inventare una composizione in italiano di non oltre 3500 battute (spazi compresi) con il seguente incipit: “Così siamo diventati amici…”. Il testo va inviato alla libreria di Palazzo Monsignani, entro il 30 novembre 2011, per posta o consegnato a mano, insieme alla scheda di partecipazione, allegata al bando.
Gli adolescenti saranno raggiunti soprattutto attraverso le scuole, loro principale luogo di vita, ma non solo. Il bando del concorso, reperibile in tutti gli Istituti Comprensivi e anche presso la Libreria di Palazzo Monsignani, non prevede alcuna tassa di iscrizione. I premi, libri o buoni/libri, saranno messi a disposizione dalla stessa Libreria.
La giuria, che sceglierà i vincitori  sarà composta da adulti con specifiche competenze, ma anche da due studenti che frequentano il primo anno della scuola superiore di secondo grado. Inoltre, è previsto che i testi premiati vengano pubblicati sul settimanale “Il nuovo diario messaggero”.