Faenza. Il Comitato Faventia si fa promotore, sul territorio faentino, della raccolta di firme a favore di un'iniziativa nazionale apartitica che ha come obiettivo la promulgazione di una legge di iniziativa popolare che preveda l'adeguamento alla media europea degli stipendi, emolumenti, indennità, dei politici nazionali e locali. A tale scopo aderisce inoltre all'iniziativa del gruppo nato su facebook “Nun Te Regghe Più”, gruppo costituito per promuovere una legge che renda “illegale” il trattamento privilegiato della nostra classe politica. A partire da venerdì 7 ottobre 2011 i cittadini di Faenza possono recarsi presso l'ufficio elettorale del Comune per firmare a favore della legge. La legge consta di un solo articolo che recita: “I parlamentari italiani eletti al Senato della Repubblica, alla Camera dei Deputati, il presidente del Consiglio, i ministri, i consiglieri e gli assessori regionali, provinciali e comunali, i governatori delle Regioni, i presidenti delle province, i sindaci eletti dai cittadini, i funzionari nominati nelle aziende a partecipazione pubblica, ed equiparati non debbono percepire, a titolo di emolumenti, stipendi, indennità, tenuto conto del costo della vita e del potere reale di acquisto nell’unione europea, più della media aritmetica europea degli eletti negli altri paesi dell’unione per incarichi equivalenti.”