Caro Direttore,
credo che stiamo vivendo un periodo difficile per l’intera umanità perché molti grandi problemi richiedono soluzioni che nessuno sembra volere o sapere dare. Energia, acqua potabile, sviluppo sostenibile… invece l’informazione parla d’altro: mesi di Sara Scazzi, Yara, il delitto dell’Olgiata, quaranta programmi di cucina al giorno, qualcosina sul dramma del Giappone come se fosse crollato un portico a Pompei, dibattiti televisivi con tuttologi nulla sapienti che parlano incivilmente tre o quattro alla volta, gossip e interminabili telenovele!
Una Umanità che ha bisogno di soluzioni mentre quasi tutta la politica e gran parte dell’informazione, tutta gente di un altro pianeta, si crogiolano dentro un ben pagato vuoto assoluto. Per supplire alla carenza di informazione vera, ascolto Euronews o vado su internet dove se ne trovano di cose!
Ho scritto: “100 Km con un litro” e, da Internet, è uscito un modello tedesco denominato XL1 – non cito la marca – percorre 111 Km con un litro di diesel emettendo 24 grammi di ossido di carbonio in un Km! Ma molte altri costruttori hanno pronte auto simili… perché non si producono in serie?
I poveri petrolieri andrebbero in miseria? Gli Stati troverebbero meno soldi sulla torta “energia”?
Ma Imola ha un Autodromo…perché non proporre gare di una nuova categoria di automobili? Gare di velocità delle “100 Km al litro”! In senso assoluto, saremmo i primi nel mondo rendendo, nel contempo, un grosso servizio all’Umanità!
Mentre sto scrivendo, il computer mi avverte che è arrivato qualcosa su un argomento che tengo monitorato dal sito “La Repubblica Bologna.it”! Fusione nucleare a freddo: “A Bologna ci siamo riusciti” e l’articolo è di Ilaria Venturi.
Ne segue l’intervista al prof. Andrea Rossi a all’ing. Sergio Focard. Rossi spiega il funzionamento della macchina, il ricercatore Giuseppe Levi illustra una stima dell'energia prodotta sulla base della misura di quanta acqua viene vaporizzata al secondo. E al termine Rossi conclude: “Si sono consumati 600Wh e se ne sono prodotti 12mila Wh”.
Se tutto questo è vero, si spenderebbe “uno” per avere 20… un buon investimento!
Come mai nessuno ne parla? È una bufala bolognese o si aspetta la censura multinazionale?
Sempre su internet, ci trovo che le maggiori risorse di petrolio del pianeta, sono sotto il deserto libico… però mi ricordo che qualcuno ha detto che le prossime guerre si combatteranno anche per il controllo dell’acqua: che ci vuole per togliersi un dubbio?
Scrivo: “acqua sotto la Libia” e clicco “cerca”: ne esce che sotto il territorio libico c’è un mare di acqua purissima più esteso dell’intera Germania… una cosa da almeno 35.000 Km cubi, un vero mare ad una profondità variabile fra i 100 e 600 metri perciò facilmente raggiungibile ma… nessuno lo dice!
Questa è la nostra “informazione”…personalmente Gheddafi non mi è mai stato simpatico ma adesso mi sorge un dubbio: è davvero il bambino cattivo che vogliono farci credere o è semplicemente l’uomo sbagliato al posto giusto? (Gian Franco Bonanni)