Bologna. “Vedere e non riconoscere – L’Africa nell’immaginario europeo tra XVI e XVIII secolo” è il titolo di una mostra che verrà inaugurata venerdì 14 ottobre 2011 a Palazzo D’Accursio – Sala d’Ercole (piazza Maggiore 6). In mostra di documenti da libri di viaggio dell’epoca delle scoperte geografiche. All’iniziativa d’apertura interverranno Riccardo Ciavolella (curatore della mostra), Daniele Donati (presidente dell'Istituzione biblioteche del Comune di Bologna, Franco Farinelli e Anna Maria Gentili dell'università di Bologna e Francesco Surdich dell'università di Genova. La mostra è stata curata dagli antropologi Riccardo Ciavolella e Valentina Mutti, con la supervisione di Alice Bellagamba (docente di Antropologia culturale) e Gigi Pezzoli (Centro studi archeologia africana), ed è stata realizzata grazie ad un contributo del dipartimento di Scienze umane per la formazione “R. Massa” dell’università di Milano Bicocca all’interno del progetto Mebao (Missione etnologica in Bénin e Africa occidentale). La mostra sarà visitabile fino al 23 ottobre, apertura ad ingresso libero dalle ore 10 alle 18.