Ravenna. “Il canto della parola”, la rassegna dell’editoria indipendente, è giunta alla quarta edizione, e coinvolgerà il territorio della provincia di Ravenna con una serie di appuntamenti che hanno come filo conduttore l'indipendenza di pensiero. Dal 14 al 23 ottobre 2011 i comuni di Bagnacavallo, Bagnara di Romagna, Conselice, Cotignola, Fusignano, Lugo, Massa Lombarda saranno pacificamente invasi da narratori, saggisti, fumettisti, giornalisti, professori provenienti da tutta Italia. Nel corso della rassegna ci sarà spazio per la felice contaminazione del libro con l’arte, l’enogastronomia, la musica, il teatro. Si parlerà di temi importanti: il lavoro, il consumo critico, la difesa dell’ambiente, la guerra. Gli appuntamenti saranno ospitati nelle scuole, nelle sale, nelle osterie. Fra i tanti eventi in programma segnaliamo l'incontro con Andrea Segrè, presidente di “Last minute market” e preside della facoltà di Agraria dell’Università di Bologna, che parlerà a Fusignano del suo nuovo libro “Lezioni di ecostile. Consumare, crescere, vivere”. A Cotignola Gianluca Costantini e Dario Morgante presenteranno “Julian Assange, dall’etica hacker a WikiLeaks”; ancora a Fusignano l'incontro con lo scrittore Cristiano Cavina; a Bagnacavallo il direttore del mensile “Altreconomia” Pietro Raitano presenterà “Il mestiere della libertà. Dai biscotti alla moda, le storie straordinarie dei prodotti 'made in carcere'”.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, tranne le cene a tema e lo spettacolo “Stupidorisiko. Una geografia di guerra” previsto per il 22 ottobre 2011 (ingresso: intero 8 euro ; ridotto & euro per over 65, under 30 e insegnanti; prenotazioni Urp – Centro di comunicazione e ascolto, via Saffi 2, tel. 0545 985890). Per informazioni: Discanti editore tel. 0545 63002, segreteria@discantieditore.it.

La direzione artistica del festival è di Michele Antonellini e Daniele Tassinari per “Discanti editore” e associazione culturale “Controsenso”.

 

 

Il programma dettagliato.

 

Venerdì 14 ottobre 2011, ore 20.30, Bagnara di Romagna, La locanda

Marco Malvaldi presenta “Odore di chiuso” (Sellerio, Palermo 2011). Interviene Riccardo Francone. A seguire, cena artusiana (info e prenotazioni 0545 76951). Un giallo di ambientazione ottocentesca: il castello, i delitti, la nobiltà decaduta, il maggiordomo e un italiano memorabile, il grande letterato gourmet, studioso di storia naturale: Pellegrino Artusi. Sarà proprio lui, con il suo acume, a fiutare il colpevole del gelido delitto nella dimora maremmana del barone Bonaiuti. Nel centenario della morte di Pellegrino Artusi (1820-1911).

 

Lunedì 17 ottobre 2011, ore 20, Conselice, Ristorante Al Caminetto

Letizia Nucciotti presenta “Avanzi popolo”. L’arte di riciclare tutto quello che avanza in cucina. Storie, ricette e consigli (Stampa Alternativa, Viterbo 2009). Cena insieme all’autrice, con portate tratte dal ricettario. Quota di partecipazione euro 15 bevande incluse (info 0545 986930, prenotazioni 0545 89337). Prima della cena, alle 19.30, Aperitivo tra le pagine in biblioteca. Esiste una cucina che rifugge dal precotto e dall’“usa e getta”. Quella proposta dalla Nucciotti – tra ricette, consigli e racconti – è una cucina che diventa un modo di essere e di vivere, riassume una scelta di qualità, di cura e di economia; una cucina in cui l’avanzo non è uno scarto, ma un alimento a pieno titolo.

 

Martedì 18 ottobre 2011, ore 21, Bagnacavallo, Le Cappuccine

Luciano Scalettari presenta “1994. L’anno che ha cambiato l’Italia”. Dal caso Moby Prince agli omicidi di Mauro Rostagno e Ilaria Alpi. Una storia mai raccontata di Luigi Grimaldi e Luciano Scalettari (Chiarelettere, Milano 2011). In collaborazione con il Gruppo dello Zuccherificio. Sei anni, dal 1988 al 1994. Quattro storie. Quattro misteri tra la prima e la seconda repubblica. Una controinchiesta che impiega i risultati di diverse indagini della magistratura. Testimonianze e documenti inediti, in un coacervo di omissioni, depistaggi, prove inquinate.

 

Mercoledì 19 ottobre 2011, ore 21, Fusignano, Auditorium Corelli

Andrea Segrè presenta “Lezioni di ecostile. Consumare, crescere, vivere” (Bruno Mondadori, Milano 2010). In collaborazione con il Gruppo dello Zuccherificio. Antidoto al mondo disattento, frenetico e sprecone, che ha dimenticato che si consuma per vivere e non si vive per consumare, questo libro propone tre brevi lezioni, ricche di suggerimenti ed esempi concreti, dedicate ai consumi, alla crescita e agli stili di vita. Un vademecum che ricorda a tutti noi come consumare meno e meglio, ridurre i rifiuti e limitare gli imballaggi, sconfiggere il mito della crescita a ogni costo, potenziare la nostra intelligenza ecologica e trasformare gli sprechi in una risorsa, in nome della solidarietà e della reciprocità.

 

Venerdì 21 ottobre 2011, ore 21, Cotignola, Palazzo Sforza

Gianluca Costantini e Dario Morgante presentano “Julian Assange, dall’etica hacker a WikiLeaks” (BeccoGiallo, Padova 2011). Il 5 aprile 2010, durante una conferenza stampa a Washington, WikiLeaks diffonde un video che mostra l’assassinio di almeno dodici civili iracheni, tra cui due giornalisti della Reuters, durante l’attacco di due elicotteri Apache americani. Da quel giorno, da quel video intitolato “Collateral Murder”, WikiLeaks è diventato uno spauracchio costante per i governi di tutto il mondo. Il fumetto ricostruisce la storia di Julian Assange e dei suoi “complici”, attraversa due interi decenni di sfide informatiche, e risponde a molte delle domande che tanti si fanno su WikiLeaks e sulla comunità che ha generato questa piattaforma: quella degli hacker.

 

Sabato 22 ottobre 2011, ore 10, Fusignano, Istituto comprensivo Battaglia

Cristiano Cavina presenta “Scavare una buca” (Marcos y Marcos, Milano 2010). Il loro lavoro è scavare nella polvere. Perforano, disgaggiano, frantumano: coltivano la pietra. Manovrano mezzi giganteschi in un anfiteatro a gradoni scavato su misura per far sedere gli dei. Potrebbero sentirsi invincibili, se non fosse per quel rosso che al tramonto tinge la pietra. E per il brontolìo di tuono che rimbomba quando scaricano i cristalli nelle viscere della montagna.

 

Sabato 22 ottobre 2011, ore 18 , Bagnacavallo, Bottega Matteotti

Pietro Raitano presenta “Il mestiere della libertà. Dai biscotti alla moda, le storie straordinarie dei prodotti made in carcere” (Altreconomia, Milano 2011). Al termine, degustazione dei prodotti della linea Solidale Italiano di Altromercato, dall’economia carceraria alla tavola. Un lavoro che vale la pena di conoscere, quello in carcere. Qui la libertà ha il profumo di pane e focaccia o della carta appena stampata, della ricotta calda o di una borsa in pvc riciclato, di un vino rosso ribelle, di una maglietta in cotone bio con uno slogan duro. 100 progetti di economia carceraria, raccontati uno per uno.

 

Sabato 22 ottobre 2011, ore 21, Massa Lombarda, Sala del Carmine

Mario Spallino in “Stupidorisiko. Una geografia di guerra”. In collaborazione con il gruppo Emergency di Imola. Testo e regia di Patrizia Pasqui. Una critica ragionata e ironica della guerra e delle sue conseguenze. Il racconto, partendo dalla prima guerra mondiale, arriva alle guerre dei giorni nostri, attraverso episodi – tutti storicamente documentati – emblematici della stupidità della guerra. Alla Storia si uniscono le storie di un marine, che parla toscano, e che rappresenta il soldato di oggi. Scopo dello spettacolo è raccontare in forma semplice e chiara alcuni aspetti e alcuni accadimenti della guerra e della sua tragicità che spesso sono dimenticati o ignorati.

 

Domenica 23 ottobre 2011, ore 17, Lugo, Salone estense della Rocca

Gianni Zauli, Davide Reviati e l’“Impiegatto” presentano “Il bestiario dell’impiegatto” (Vaca edizioni, Russi 2001). A seguire, “Di animali e di altre storie”, passeggiata nella musica classica con Elisabetta Sangiorgi (flauto), Maurizio Sangiorgi (chitarra) e Nicoletta Bassetti (violino). In conclusione, brindisi di chiusura della rassegna. In collaborazione con Associazione musicale Doremi e Vaca. Un bestiario, scritto da Gianni Zauli, «ampio e godibilissimo strumento di ricognizione surreale in ambito zoologico. Un vero e proprio repertorio di animali insoliti, con particolari qualità che li rendono più umani e simpatici di quelli inventariati dagli zoologi di professione. Qui, in uno spericolato e affascinante incastro di trovate fantasiose, incontriamo farfalle notturne che tagliano e segano rami ed alberi (Falegna), camelidi con una sola gobba gelatinosa dal dolce sapore di zucchero caramellato (Crèm Camel) come anche cavalli apprensivi per la propria salute (Ippocondriaco) e piccoli anfibi di color verde olivastro, incapaci di leggere e di scrivere» (Paolo Albani). Illustrazioni di Davide Reviati. (Ri)presentazione nel decennale della pubblicazione. Concerto su musiche di Dvorák, Grieg, Morricone, Rossini, Rota, Saint-Saëns.