Bologna. Prende il via Cna Next 2011, il meeting nazionale dei giovani imprenditori della Cna. Dopo la prima edizione a Torino nel 2010, l'edizione di quest'anno si svolge a Bologna nel pomeriggio di venerdì 14 e nella mattinata di sabato 15 ottobre 2011, presso il Teatro comunale. Il tema dell'iniziativa, che prende il titolo di “Organismi”, saranno le intelligenze collettive, ossia “un aggregato sistematico di intelligenze individuali, le cui relazioni reciproche e la cui collaborazione producono effetti massivi a livello culturale, sociologico, politico e antropologico” come recita la definizione tratta da Wikipedia. Proprio Jimmy Wales, il fondatore di Wikipedia l’enciclopedia on line più famosa al mondo, assieme a don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, l’associazione contro le mafie; gli autori e scrittori Gino & Michele; il presidente dell’Istat Enrico Giovannini; il collettivo di scrittori Wu Ming, saranno alcuni dei protagonisti chiamati ad intervenire in questa due giorni bolognese di Cna, che vedrà inoltre la presenza di centinaia di giovani imprenditori da molte città italiane. Cna Next si aprirà venerdì 14 ottobre 2011 alle ore 13.30 e proseguirà fino alle 20. Sabato 15 ottobre 2011 dalle ore 9 alle ore 14. L’ingresso è libero e aperto a tutti, occorre però registrarsi sul sito www.cnanext.org, sul quale sono disponibili tutte le informazioni sull’evento.

L'evento vuole essere un laboratorio dove porre nuove basi sulle quali costruire il futuro del Paese, attraverso il metodo del confronto e della elaborazione collettiva. 500 giovani imprenditori invieranno al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano una lettera in forma collettiva con l'obiettivo di suggerire alcune scelte strategiche da attuare per rilanciare il Paese e costruire una nuova classe dirigente. A tale istanza di rinnovamento si aggiungeranno quelle del pubblico presente al Teatro Comunale che potrà esprimersi attraverso il “Video-box: premier per un giorno”, dove ognuno avrà un tempo definito per lanciare le sue proposte.

Gli organizzatori fanno sapere che l'iniziativa è certificata a “spreco zero”: nella scelta degli arredi sono state privilegiate le aziende che producono mobili da materiale riciclato ed ecocompatibile, verranno utilizzati prodotti alimentari bio, sarà drasticamente ridotta la carta e utilizzate alternative tecnologiche come i “qr code”, tutti i prodotti usati per il catering saranno in materiale biodegradabile e compostabile.

Per quel che riguarda la copertura comunicativa le due giornate saranno trasmesse in diretta su Cnanext.it, Cna.it, su Altratv.tv e sulle micro web tv e micromedia iperlocali del network. Sarà inoltre possibile interagire online attraverso la pagina facebook dell’evento (http:// www.facebook.com/CNANeXT) o twittando con gli hastag #cnanext2011, #organismi, #cnanext2. Tutti i portali e le web tv che vorranno aderire all'iniziativa potranno rilanciare la diretta “embeddando” il player della trasmissione sulla propria piattaforma richiedendo il codice via mail a info@altratv.tv.

 

Gli ospiti di Cna Next

Sono numerosi e importanti gli ospiti che interverranno con Cna al Teatro Comunale. Jimmy Wales aprirà i lavori di Cna Next parlando di “A wiki future”, di democrazia e di internet. Un tema di assoluta attualità anche per Wikipedia che il 4 ottobre scorso ha deciso di oscurare la sua pagina per protestare contro il disegno di legge sulle intercettazioni in discussione al Parlamento italiano, che per Wikipedia potrebbe minare la sua neutralità.

Seguirà Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera – associazioni nomi e numeri contro le mafie, che parlerà appunto dell’esperienza di Libera. Enrico Giovannini Presidente dell’Istat affronterà il tema “Numeri e democrazia”. Andrea Segrè, Preside di agraria all’Università di Bologna e creatore del Last minute market, parlerà del mondo che verrà e dell’economia che dovrà essere: relazionale, civica, umana. La giustizia è un organismo si chiede e si risponderà nel suo intervento Cuno Jakob Tarfusser Giudice della corte penale internazionale.

Il tema “Cna, un sistema nervoso che connette il paese” vedrà protagonisti i vertici di Cna: Andrea di Benedetto Presidente nazionale Cna giovani imprenditori, Sergio Silvestrini Segretario generale Cna e Luca Iaia coordinatore nazionale Cna giovani imprenditori. La giornata di venerdì 14 si conclude con Wu Ming 2 che introduce la lettura concerto “Pontiac, storia di una rivolta”.

 

Sabato 15 si apre con “L’esperienza di Amnesty” nelle parole della Vicepresidente nazionale Sonia Villone. Seguirà Federico Butera, Presidente della fondazione Irso, che parlerà di “L’orologio e l’organismo 25 anni dopo”. La conferenza “Una lettera all’Italia: esperimento di intelligenza collettiva” vedrà protagonisti Alberto Di Minim Docente di management, Claudio Belletti Direttore commerciale Unipol, Francesco Galtieri di Rete per l’eccellenza nazionale, Ermete Realacci Presidente di Symbola, Alessandro Rosina demografo, Stefano Zan Docente di teoria delle organizzazioni.

Tutto dedicato alla comunicazione nell’età della rete l’incontro “Una nuvola di informazioni” condotto da Antonino Monteleone giornalista di La 7, al quale intervengono Giampaolo Colletti di Altra Tv wwworker, Giovanna Cosenza Docente di semiotica, Jacopo Tondelli Direttore di Linkiesta, Makkox fumettista e Jadel Andreetto Kai Zen ensemble narrativo. Cambio di scenario e focus sulla cultura nella conferenza “Organismi culturali: patrimonio di generazioni” condotto da Daniela Ubaldi Direttrice di NextExit al quale intervengono Francesco Ernani Soprintendente del Teatro Comunale di Bologna, Gino & Michele autori e scrittori, Roy Paci trombettista, cantante e compositore, Giuseppe Viaggiano imprenditore culturale.

Cna Next si conclude con un’intervista doppia, “confronti tra generazioni”, condotta da Antonino Monteleone giornalista de La 7, che vedrà sul palco Ivan Malavasi Presidente nazionale Cna e Andrea Di Benedetto Presidente nazionale Cna giovani imprenditori.

 

Cna giovani di Bologna.

Cna Bologna oggi associa circa 6 mila imprese con titolare un giovane imprenditore e rappresentano il 24,75% del totale degli associati. I settori prevalenti restano le costruzioni, la metalmeccanica, le installazioni e gli impianti e servizi. Circa la metà dei giovani Cna sono ditte individuali, un sesto è costituito da stranieri. Cna giovani di Bologna ha di recente lanciato un progetto ambizioso, legato alla necessità di avvalersi di modalità comunicative innovative, immediate, rapide ed efficaci. E’ nato così un progetto sperimentale di social network (http://www.giovanimprenditorilab.it/): attualmente è un contenitore “protetto” nel quale un gruppo selezionato di facilitatori, portatore di background diversi sia culturali e che professionali, sta sperimentando dinamiche di interazione in massima libertà ed avendo cura di osservare quando avviene, per poter progettare sviluppi coerenti della piattaforma Web 2.0.

Il gruppo giovani imprenditori di Bologna organizza costantemente progetti per l’avvio di impresa nei quali vengono offerte formazione e consulenze ad aspiranti e neo- imprenditori. Cna mette in campo strumenti e agevolazioni per sostenere soprattutto la fase di inizio della loro attività. Inoltre, il consorzio di garanzia al credito Unifidi di Cna fornisce una garanzia a copertura del prestito fino al 50% dell’importo, che per i giovani arriva all’80%”.