Londra. Dal 18 al 23 ottobre 2011 si tiene nella capitale britannica “Ski e Snowboard Show”, fiera internazionale dedicata agli sport invernali. Sarà presente anche lo stand dell'Emilia Romagna per presentare le proposte dell'appennino per la stagione 2011-2012. Dal Corno alle Scale al Cimone, dal Cerreto alle stazioni minori per scegliere, provare e divertirsi. Sono 300 i km sciabili sul territorio della regione, 3.000 km di percorsi a disposizione degli appassionati del fondo, 14 snowpark per gli amanti del freestyle e due palazzi del ghiaccio (di cui uno con pista olimpica). Le proposte più gettonate sono le “surfate” con il kite surf, ciaspolate notturne, nordic walking nei luoghi più suggestivi, arrampicate sul ghiaccio, sleddog e ciaspoleering, ovvero l’orienteering su ciaspole. Ci sono inoltre corsi per imparare a “leggere” la neve, per conoscere la montagna e i suoi pericoli. Si può uscire di notte e provare lo sci di fondo sotto le stelle, magari percorrendo le strade di antichi borghi. Al Cimone (MO) l’half pipe è stato reso più difficile per gli snowboarders spostando più in alto la partenza del tubo. Sono state aggiunte strutture per i principianti e potenziate le rampe e i jump. Lungo la pista Colombaccio a Passo del Lupo c’è adesso un nuovo percorso di snowcross, disciplina che consiste nel percorrere contemporaneamente ad altri atleti un tracciato costellato da ostacoli, salti, gobbe, cunette e curve paraboliche. Altra novità con l'helitaxi al Corno alle Scale, che con una giornata di preavviso, un elicottero preleverà lo sciatore in città e lo scaricherà direttamente sulle piste. Ci sarà anche la possibilità di affittare a ore una pista cronometrata per lo slalom gigante. Chi vuole portarsi a casa il ricordo della gara con gli amici, potrà anche ordinare il dvd con le imprese giornaliere (www.gigantecronometrato.com). A Cerreto Laghi (Re) sull’Appennino Reggiano dopo lo sci si può trovare a disposizione un personal skater per lezioni personalizzate di pattinaggio nel bel Palaghiaccio, 13 km dedicati al fondo e tanta avventura alla scoperta del Parco Nazionale. Tutte le informazioni sul sito www.appenninoeverde.it