Imola. Il XVIII congresso della Società italiana di Ricerche cardiovascolari si svolgerà dal 21 al 22 ottobre a Palazzo Sersanti (piazza Matteotti), messa a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, L'evento richiamerà un numeroso gruppo di ricercatori e di clinici che presenteranno le più recenti scoperte scientifiche nel campo della ricerca cardiovascolare. Il Congresso, articolato in sessione tematiche, intende fornire un approccio multidisciplinare con la trattazione di argomenti  che spaziano dalla biochimica alla genetica, alla fisio-patologia, alla farmacologia e alla cardiologia clinica. In particolare quest’anno vengono trattate la Fisiopatologia della cardiopatia ischemica acuta e cronica, la rigenerazione miocardica e stress ossidativo, la fisiopatolocia cardiovascolare. A svolgere le letture magistrali sono stati invitati esperti di chiara fama come il prof. Giuseppe Ambrosio (Perugia), Antonio Zaza (Milano), Chris Thiemermann (Londra)
Anche quest’anno l’Istituto nazionale per le Ricerche cardiovascolari, la Società italiana di Ricerche cardiovascolari e la Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, che ha messo a disposizione il “Premio Valsalva”, assegneranno tale riconoscimento per l’eccellente attività scientifica ad un giovane ricercatore che lavora nell’ambito cardiovascolare. Vincitore quest’anno è il dott. Lugi Di Biase, giovane ricercatore italiano che sta completando un periodo di studio a Austin (Texas, USA). Il premio è stato istituito per la prima volta nel 2005 per ricordare Antonio Maria Valsalva, insigne anatomico e clinico nato ad Imola nel 1666 e allievo di Marcello Malpighi, con cui condivise la passione per la ricerca e il rigore scientifico. La vita e le opere di Antonio Maria Valsalva sono state tramandate dal suo allievo Giovan Battista Morgagni che, insieme a Marcello Malpigli, ha avuto notevole importanza nell’evoluzione del pensiero scientifico e della medicina moderna.
Il premio sarà consegnato dal presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, Sergio Santi, congiuntamente al presidente dell’Istituto nazionale per le Ricerche cardiovascolari, Francesco Fedele, durante la cerimonia inaugurale del congresso il venerdì 21 ottobre.
Sabato 22 ottobre si  svolgerà un simposio congiunto con il gruppo di studio “Fisiopatologia coronarica e microcircolazione” della Società italiana di Cardiologia, focalizzato sulla disfunzione del microcircolo coronarico.
L’Istituto nazionale per le Ricerche cardiovascolari metterà a disposizione anche quest’anno due premi per i migliori contributi presentati da giovani ricercatori, conferiti dal presidente onorario dell’Inrc. Claudio Marcello Caldarera, sabato 22  ottobre nella sessione conclusiva del congresso.
Per ulteriori informazioni si rimanda la sito.