Brisighella (RA). “L’olio di qualità è la garanzia del mangiar bene – Una giornata in frantoio per diventare consumatori consapevoli” è il tema dell’iniziativa che si svolgerà venerdì 21 ottobre 2011 presso il frantoio della cooperativa agricola Cab (via Strada 2). Un consumo più consapevole passa anche e soprattutto dalla conoscenza del prodotto e delle fasi di lavorazione: dal campo alla tavola. E’ questo il messaggio che Codici (Centro per i diritti del cittadino) e Aifo (Associazione italiana frantoiani oleari) lanciano con la giornata del 21 ottobre.
L’iniziativa, che si terrà contemporaneamente in altri 4 oleifici di Abruzzo, Lazio, Lombardia e Sicilia, è realizzata nell’ambito delle attività del progetto denominato “Io non voglio il falso” del ministero dello Sviluppo economico e si pone come obiettivo quello di informare il consumatore su come riconoscere l’olio di qualità e come tutelarsi dalle falsificazioni grazie al contributo di professionisti e rappresentanti istituzionali.
La giornata del 21 ottobre presso lo stabilimento Cab si aprirà alle ore 10 con una visita guidata al frantoio durante la quale il consumatore avrà la possibilità di vedere come avviene la trasformazione dalle olive in olio, cui seguirà un momento di approfondimento a cura di Aifo, Codici e Corpo forestale dello Stato. Al termine della mattinata (ore 12.30) gli ospiti potranno degustare i prodotti abbinati all’olio extravergine di oliva e attraverso l'illustrazione delle caratteristiche di produzione dell’olio dalle olive impareranno come apprezzare e prendere confidenza con il vero olio da oliva appena estratto.
“Il frantoio di Brisighella – sottolinea Franco Spada assessore all’Agricoltura e Attività produttive del Comune di Brisighella e coordinatore Aifo Emilia Romagna – ed il territorio olivicolo brisighellese rientrano a pieno titolo in questa iniziativa sia per le caratteristiche di filiera che per la fama nazionale riconosciuta. E’ stato infatti il nostro olio a ricevere la prima Denominazione di origine protetta (Dop) in Italia e quest’occasione di trasparenza nei confronti del consumatore è la degna coronazione di un processo avviato molti anni fa”.