Medicina. I cittadini non ci stanno e dicono di no al piano di riordino dell’Ausl di Imola che prevede per il comune di Medicina la soppressione dell’ambulanza notturna e la chiusura di radiologia. “Si tratta di una vera emergenza, rompiamo il silenzio”, affermano gli organizzatori. Il Piano che a breve sarà votato dalla Conferenza dei sindaci del circondario prevede diversi tagli ai servizi sanitari. “Noi diciamo un no chiaro e forte a queste ipotesi. I sindaci devono cambiare il piano. Non accettiamo altri tagli alla sanità pubblica”. Per questo, insieme ai cittadini mobilitatisi spontaneamente, sabato 22 ottobre manifesteranno il Prc-Fds, MedicinAlternativa, Verdi, Psi, Legambiente, Pdci-Fds, Movimento 5 stelle Imola, Cisl-Fp Imola, assoziazione “I Picari. Il ritrovo è alle ore 15 nel parcheggio dell’ex ospedale, in via Saffi1. Seguirà un corteo per piazza Garibaldi e via Libertà fino al campetto da basket di via Oberdan, dove si svolgerà un dibattito con la partecipazione dei lavoratori coinvolti.