Bologna. Una campagna divulgativa sui rischi connessi all’abuso di alcol e di sostanze stupefacenti, L’iniziativa voluta dai carabinieri e dal Rotary Club Gruppo Felsineo di ieri 26 ottobre 2011, per promuovere rende più attuale il problema degli incidenti stradali ad essi connessi. Dopo la presentazione avvenuta in mattinata presso la sede del comando provinciale carabinieri di Bologna, si è svolta una serata sul tema “adolescenti e alcol. Che fare?”. I rappresentanti delle forze dell’ordine hanno raccontato il loro impegno nei controlli su strada, ma anche in azioni preventive negli istituti scolastici dove incontrano studenti ,insegnanti e poi familiari, per informare e allertare sui rischi che si corrono. Il colonnello Alfonso Manzo, ha ricordato che “il 54% delle stragi su strada avvengono il fine settimana e che ultimamente vi è un incremento di infrazioni commesse sotto effetto di alcol”. Hanno inoltre illustrato le loro attività i dottori Giovanni Battista Pioda e Mario Mazzotti dell’ufficio sanitario della questura, che educano i genitori aggiornandoli sull’evoluzione del mercato delle droghe. Il professor Luigi Gallimberti, dirigente di tossicologia clinica delle farmacodipendenze dell’azienda ospedaliera e università degli studi di Padova, ha fornito dati allarmanti riguardo all’approccio allo sballo degli adolescenti, iniziando a dodici anni. È stato anche illustrato un servizio del Rotary Club intitolato “Che piacere” volto proprio a incrementare negli studenti la consapevolezza del rischio legato agli usi di tali sostanze e a formare la coscienza per arginare e prevenire il fenomeno. (Elvis Angioli)