Faenza. Si chiama “Guardrail” ed è l’ultimo lavoro di Giovanni Nadiani. Il libro verrà presentato sabato 5 novembre, ore 17.30, alla Bottega Bertaccini (corso Garibaldi 4) con un recital in dialetto meticcio con accompagnamento musicale del folk-singer Chris Rundle (voce e chitarra)
Giovanni Nadiani non si è ancora stancato di prenderci per mano e accompagnarci a visitare la sua personale ricerca umana e poetica. Dopo le storie amare, ironiche o addirittura comiche comprese in “Low Society” pubblicato un anno fa, Nadiani torna alla Bottega Bertaccini per presentare la sua ultima fatica: la raccolta di poesie “Guardrail”, uscito dalle edizioni Pequod di Ancona.
E ancora una volta è una gioia per gli occhi e le orecchie leggere e ascoltare le sue storie (la nostra storia – la nostra vita), in quella lingua che non esisteva fino a ieri l’altro, ibrida, meticcia, bastarda, che mette insieme e fa dialogare le molte parlate della nostra contemporaneità. Leggetevi per esempio “Scorar”, “Sun Village” oppure “IperCoop”, o la struggente “ROM”, usiamole come antidoto contro questo povero e piccolo mondo, contro questo tempo assurdo che stiamo vivendo (capita anche a qualcuno di voi di aver la sensazione di essere in una eterna puntata di “Scherzi a parte”?).

Giovanni Nadiani è nato nel 1954 a Cassanigo di Cotignola (RA), risiede a Reda di Faenza e insegna alla Scuola Superiore per Interpreti e Traduttori dell’Università di Bologna, sede di Forlì. Ha pubblicato, oltre a volumi di storie e prose brevi, raccolte di versi per gli editori Mobydick, Marsilio, Pazzini, nonché vari audiolibri nati dagli spettacoli di teatro e cabaret prodotti con il gruppo Faxtet. Il Teatro Bonci di Cesena ha prodotto il suo spettacolo “Stracona/Spossatezza” interpretato da Elena Bucci, dall’autore e dal Faxtet e nel 2010, in collaborazione con Tinin Mantegazza e Giampiero Pizzol, ha scritto “Lardo e’Re”, una commedia anglo-romagnola, prodotta dal centro teatrale Diego Fabbri di Forlì. Per la sua poesia in romagnolo, le cui ultime composizioni sono raccolte in “Guardrail”, ha ottenuto diversi premi (“Lanciano”, “Bologna”, “S.Vito”, “Bergamo”, “Ischitella”, “Pascoli”, “Noventa”, “Marin”).
Chris Rundle è nato a Brighton (GB) nel 1963, vive tra Bologna e Forlì dove insegna lingue straniere presso la SSLMIT. Ha fatto parte di tre gruppi, come cantante e chitarrista: Wishbone McDee & The Hood,  un gruppo che mischiava la musica americana con la tradizione celtica del folk scozzese e irlandese; Rank Strangers, che proponeva invece un mix di Country, Bluegrass e TexMex, e più recentemente Mas Tequila. Come solista Chris si esibisce con una selezione di musica spesso denominata “Americana” o “Old-Time music”, etichette che coprono il country blues di ispirazione afro-americana e le tradizioni folk degli immigrati anglo-scozzesi-irlandesi in America.