Bologna. Convegno sulla sostenibilità del sistema sanitario pubblico promosso nel palazzo D'Accursio venerdì 18 novembre 2011 dall'associazione Cittadinanzattiva Emilia-Romagna. L'evento si svolgerà dalle ore 21. I temi della sostenibilità finanziaria del sistema sanitario pubblico divengono sempre più importanti, a maggior ragione dopo la progressiva regionalizzazione derivata dalla riforma del titolo V e a causa dell’attuale crisi dei sistemi sanitari regionali, molti dei quali altamente esposti a rischi di incremento del deficit. L'associazione spiega che questo incontro sarà una valutazione complessiva dei processi di riforma avviati. Si tratta di introdurre nel sistema sanitario meccanismi per utilizzare al meglio le risorse disponibili in termini di efficacia nella soddisfazione dei bisogni e di efficienza delle prestazioni e di riconoscere il peso dei cittadini nella valutazione e nella riorganizzazione dei servizi, senza subordinare la tutela della salute ai conti. Il convegno di Bologna sarà composto da tre moduli; Il primo, sulla situazione attuale del servizio sanitario nazionale nella sua attuale conformazione regionalistica (con un’attenzione particolare alla situazione in Emilia-Romagna), raccoglie il punto di vista dell’agenzia nazionale per la valutazione dei servizi sanitari. Il secondo, sulla organizzazione del sistema sanitario pubblico e sulla valutazione epidemiologica delle principali patologie, prevede la partecipazione di esponenti del ministero della sanità e di esperti del settore. Il terzo, un confronto tra cittadini e istituzioni sui temi della sostenibilità, della qualità e dell’universalismo del diritto alla salute, prevede un confronto tra l’assessore regionale alla salute, Carlo Lusenti, e Francesca Moccia, coordinatrice del tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva. (e.a.)