Ravenna. All’indomani della riunione svoltasi al ministero dello sviluppo economico, l'assessore alle attività produttive Massimo Cameliani e il vicepresidente della provincia Gianni Bessi assicurano: “La ricerca di un acquirente dello stabilimento ravennate della Pansac resta il nostro obiettivo prioritario”. All'assemblea hanno anche partecipato i rappresentanti dei sindacati, dei diversi enti locali nei cui territori si trovano gli stabilimenti della Nuova Pansac International e con l’amministratore delegato dell’azienda Stefano Lupi. L’azienda si è impegnata formalmente a decidere a giorni sull’individuazione della procedura più idonea alla salvaguardia dell’azienda: sembra dunque orientata a procedere con una richiesta di amministrazione straordinaria e questa rappresenta ora l’unica via per proseguire nella ricerca di nuovi acquirenti. “Soltanto evitando la liquidazione o il fallimento -spiegano Bessi e Cameliani -si potrà infatti preservare l’attività produttiva e pertanto gli stabilimenti potranno continuare a lavorare, anche attraverso attività in conto lavorazione che sono in fase di definizione, come ha comunicato l’impresa stessa”. Il tavolo istituzionale dunque resta attivo per cercare una soluzione positiva e per non lasciare nulla di intentato. “In attesa del prossimo incontro tra tutte le parti interessate, fissato per il 29 novembre a Roma e nel quale ci aspettiamo dalla Pansac risposte certe circa le sue intenzioni, rinnoviamo il nostro appello al mondo imprenditoriale, nella ricerca di un acquirente, e la nostra solidarietà ai lavoratori” concludono.