Ravenna. Si chiamano “Ri-Visual” e “Ri-Build” le novità presentate oggi 17 novembre 2011 dalla camera di commercio. Sono dispositivi di accesso ai dati delle imprese che, come spiega il vice direttore generale di Infocamere, Paolo Ghezzi, permettono una maggiore trasparenza delle informazioni giuridiche ed economiche e forniscono un efficace supporto nella lotta quotidiana alla criminalità economica. Tramite “Ri-Visual” si possono vedere immediatamente le informazioni su un’azienda o su una persona presenti nel registro delle imprese. Con il “Ri-Build” invece possono essere monitorate fino a 100 imprese individuate: una segnalazione via e-mail indicherà la presentazione di una qualsiasi modifica (es. cambio amministratori, quote,soci, sede, ecc.) che intervenga nella compagine dell'impresa. “La camera di commercio di Ravenna, da tempo impegnata nella lotta contro questo tipo di criminalità– spiega il presidente Gianfranco Bessi – ritiene che il sistema economico sia uno degli anelli deboli della catena attraverso cui transitano i capitali illegali. Per questo abbiamo bisogno di strumenti che garantiscano la trasparenza del mercato, attraverso l’affidabilità e la tracciabilità di informazioni e transazioni”. Nel registro delle imprese è custodita una mole enorme di informazioni: 9 milioni di persone fisiche presenti (imprenditori, soci, amministratori, sindaci e dirigenti), oltre 6 milioni di imprese registrate, 900.000 bilanci depositati ogni anno e la possibilità di conoscere in tempo reale tutte le informazioni giuridiche ed economiche di una società. Dunque con Ri-visual e Ri-build è possibile

individuare nuove forme di lettura dei dati, che possono contribuire a prevenire le infiltrazioni della malavita nell'economia del territorio. (e.a.)