Ravenna. Si fa il quadro della stagione appena conclusa nei lidi ravennati, e in merito a questo si prepara la nuova stagione; le novità più importanti saranno le feste da ballo anche alla domenica dalle 18.30 alle 21. Il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci è intervenuto per illustrarci il progetto. “La stagione 2011 è andata bene nonostante la crisi, complice la splendida estate. L’andamento della stagione turistica ovviamente è stato diverso da lido a lido. Tutto sommato questi dati positivi dimostrano che il nostro modello turistico ha ancora grandi potenzialità. Ne parleremo venerdì 25 novembre 2011 anche alla conferenza sul turismo. Ho trovato inopportune le dichiarazioni di politici dell’opposizione che in piena stagione parlavano dei nostri nove lidi come di località moribonde; constatazioni false, irresponsabili e dannose per il turismo, sostenendo che le mie ordinanze avevano ucciso l’economia turistica. Le mie ordinanze hanno avuto come obiettivo solo la lotta contro lo sballo e i risultati mi sembrano palesi. Cito solo la riduzione dell'uso di alcol: è calato del 25% il numero delle persone positive ai test dell’etilometro. Così, in vista della stagione balneare 2012, emetterò un’ordinanza uguale a quella del 2011, che vieta il consumo in contenitori di vetro per le bevande vendute nei bagni. L’ ordinanza confermerà i divieti antivetro in viale Delle Nazioni a Marina aggiungendo in quello stesso tratto il divieto assoluto del consumo di alcol. Già firmata invece l’ordinanza che regola le attività degli stabilimenti balneari: confermate tutte le attività previste la scorsa stagione con la novità di fare la festa da ballo anche di domenica dalle 18.30 alle 21, evento già visto negli scorsi anni. Nei nostri stabilimenti balneari sono autorizzate una gamma di iniziative che vanno oltre le attività più tradizionali, che non ha paragoni in nessun altra spiaggia di nessun altro comune italiano. Tutti i bagni possono organizzare, sette sere su sette: audizioni musicali, concerti, spettacoli teatrali, karaoke, spettacoli vari. Inoltre anche quest’anno confermiamo le serate in deroga nelle quali è consentita l’apertura dei bagni fino alle 3. Ciò contro cui mi batto è lo sballo e l'abuso di alcol e sostanze stupefacenti e continuerò a lavorare per limitarlo. Oltre alle suddette ordinanze adotteremo altre misure per la qualità e la sicurezza si questo segmento della nostra offerta turistica, frutto di numerosissimi incontri che nel mese di ottobre ho tenuto, insieme agli assessori Corsini e Monti, con associazioni di categoria, cooperativa bagnini e cittadini che lo avevano richiesto”.