Caro direttore,
tutti si aspettano il “miracolo Monti”: io no. Quando vedo i politici che, anziché spintonarsi per la poltrona, si siedono umilmente sullo sgabello, non riesco ad essere ottimista! Faccio rapidi flash per dare un’idea della situazione. Un milionesimo di quello che potrei dire: coi chiari di luna che ci sono oggi, si ordinano 18 Maserati blindate per gli alti vertici delle forze armate… è per avere veloce via di fuga o è irresponsabilità totale?
In un Comune di 740 abitanti dei quali: 72 dipendenti comunali, 3 dipendenti provinciali, uno regionale… togliamo 52 invalidi, due baristi, il ristorante, il salumiere, farmacista, barbiere, minimarket e cinque maestre… se non ci fossero pensionati a coltivare gratis rosmarino e basilico li importerebbero dalla Cina?
Quando, in un paese, i due terzi degli abitanti sono invalidi… come funziona? Il medico redige un certificato fasullo, il presunto invalido è esaminato da una commissione che certifica una invalidità inesistente, mentre sindaco, carabinieri, magistratura, politici locali: tutte scimmiette della serie “non vedo, non sento, non parlo”! Quanti sono i medici radiati dall’albo e quante le commissioni di controllo indagate per questi scandali?
Ci sono regioni che hanno 34 dipendenti ogni 100.000 abitanti e altre regioni, guidate dallo stesso partito, che ne hanno 291 ogni 100.000 abitanti… spero che, prima o poi, si decidano ad unificare l’Italia!
I consiglieri della Regione Lazio, sono stati fermati all’ultimo momento ma era già tutto pronto per raddoppiarsi la paga… capisco! Stavano lavorando talmente intensamente per noi che non si erano accorti della crisi ma nessuno li aveva avvertiti?
All’Atac, l’azienda autotrasporti di Roma, ci sono più impiegati che autisti: se si applicasse il concetto alla scuola, tutti i precari andrebbero a posto! Un insegnante ogni alunno e, ogni quattro insegnanti, uno di scorta… come le gomme della macchina!
Abbiamo tutto: chi uccide per 20 euro, gli amministratori delegati da 1.800.000 euro all’anno, la corruzione, l’arrivismo, l’irresponsabilità, l’avidità, l’egoismo, la falsità, i concorsi truccati, il nepotismo… tutti vogliono fare il manager, l’impiegato a posto fisso, il calciatore, la velina, il consulente non si sa di cosa… nessuno fa più certi lavori mentre, una volta, si insegnava che tutti i lavori erano onorevoli!
Io cerco di fare ironia per non disperarmi ma mi chiedo… e vorrei che tutti si chiedessero, dove abbiamo sbagliato? Perché è colpa nostra e dei nostri padri se la maggioranza degli italiani è così!
Monti è un bravo tecnico ma è solo un uomo alle prese con una situazione che ha radici talmente profonde che occorrerà il lavoro di intere generazioni per estirparle senza rivoluzionarere il sistema, Di certo non potrà bastare un anno e mezzo! Zucchero Fornaciari, in una sua canzone dice: “Vedo nero!” Sono d’accordo con lui… in ogni senso! (Gian Franco Bonanni)