Imola. Paolo Crepet presenterà la “Scuola per Genitori”, il ciclo di conferenze sul rapporto genitori – figli che si svolgeranno nel 2012, venerdì 2 dicembre al teatro Osservanza di Imola, alle ore 20.30. L’ingresso alla serata è gratuito e aperto a tutti, sarà l’occasione per conoscere obiettivi e finalità del progetto, avere informazioni utili e, inoltre, rivolgere domande in forma anonima al professore, attraverso appositi foglietti distribuiti all’ingresso assieme alle carpette informative. Il ciclo di conferenze, tenute dai migliori psicologi e psicoterapeuti del panorama nazionale, prenderà il via il 23 febbraio, per un totale di quattro incontri a pagamento, per i quali è necessario iscriversi. Il costo totale è di 80 euro a persona e le adesioni si raccolgono nella sede di Confartigianato Assimprese, in via Amendola 56 D (o nelle sedi decentrate).
Informazione: tel. 0542/42112 – scuolagenitori@confartigianatoimola.com.

Il programma degli altri incontri
– giovedì 23 febbraio 2012, “Le differenze educative tra madre e padre”, relatore Osvaldo Poli;
– venerdì 16 marzo 2012, “Come educare all’autostima e all’autonomia”, relatore Maria Rita Parsi;
– mercoledì 18 aprile 2012, “Il metodo di studio per avere successo a scuola e nella vita”, relatore Mario Polito; – mercoledì 16 maggio 2012, “I nostri figli non crescono più”, relatore Paolo Crepet.
Tutte le conferenze saranno in orario serale e le sedi saranno comunicate successivamente, in quanto saranno scelte sulla base al numero degli iscritti.

Da uno studio del Censis sulla difficoltà di essere genitori, oggi emerge che la famiglia come istituzione è in crisi. E' sempre più faticoso trasmettere dentro le mura di casa il senso delle cose che contano: il rispetto per gli altri, la dignità del lavoro, l'importanza degli affetti, il valore del benessere…
Due terzi degli intervistati denuncia la solitudine della famiglia nel momento del bisogno “perché non ha adeguato supporto da soggetti come la scuola”. Bisogna imparare a leggere con occhi diversi i bisogni dei figli. Si è rotto il meccanismo della titolarità etica ed educativa affidato alla chiesa e alla scuola e i genitori faticano a comprendere le responsabilità affidate loro.
La Scuola per Genitori si inserisce in questo contesto sociale nel tentativo di recuperare uno dei capisaldi della tradizione artigianale: la coesione familiare. L'obiettivo che ci si prefigge è quindi fare cultura della famiglia, riconoscere valori e dignità ai legami parentali, responsabilizzare i ruoli di genitori e di figli, favorire una comunicazione efficace in modo da innescare una spirale virtuosa che porti beneficio e benessere alla società e che rinforzi le fondamenta delle nostre aziende. Se volessimo dare una mission alla Scuola, questa dovrebbe riassumersi in “crescere insieme per crescere meglio”.