Ottimo fine settimana per la Sigea scherma Imola con una gradita sorpresa che arriva dalla sciabola con Lucrezia Morara Pisani che si classifica ottava nella prima prova nazionale Grand Prix  under 14 a Verona di sabato 26 e domenica 27 novembre. Buona prova anche per le giovanissime Benedetta Martinelli e Anita Surace che perdono per entrare nelle 16. Dopo un girone sottotono, in cui è stata anche penalizzata da qualche arbitraggio sfavorevole, la gara di Lucrezia comincia dalle dirette dove vince, prima contro Camilla Michelucci (Livorno) e poi contro Camilla Francioli (Varese), accedendo così alla finale a otto. Perde poi contro Viola Saracini (Roma), classificandosi all’ottavo posto.
“Grandissima Lucrezia, che disputa la sua prima finale in una gara nazionale – commenta il tecnico Alberto Cataleta -. Ha dimostrato grande carattere in questa prova. Lucrezia è migliorata tanto e si sta impegnando molto. Ha tirato bene e si è meritata questa finale. Sono molto soddisfatto del lavoro che stiamo facendo insieme”.
Per la categoria ragazze, ha sfiorato la finale a otto Francesca Iseppi, che ha disputato un’ottima prova. Supera il girone e accede alle dirette dove tira veramente bene. Nell’assalto per entrare nelle 16 vince 15-10 contro Eugenia De Geronimo (Roma), la numero uno della gara. Perde poi contro Elena Riccardi (Terni), terza classificata, classificandosi nona. Prestazione non splendida per Giulia Taroni, Giorgia Bellini, Ludovica Ferrari, Giada Poletti e Beatrice Mazzini, che rimangono fuori dalle 16. Giornata grigia per Bianca Gironda, che mostra qualche insicurezza in pedana.
La spada invece era in pedana sempre sabato 26 e domenica 27 a San Lazzaro per la prima prova di qualificazione regionale, che ha permesso ai primi 21 spadisti classificati e alle prime 14 spadiste classificate di staccare il biglietto per la prima prova nazionale assoluti in programma a Ravenna dal 13 al 15 gennaio 2012.
Ai due spadisti imolesi Matteo Capozzi e Stefano Mazzetti, già qualificati, si sono aggiunti il cadetto Dario Dall’Osso, Marco Banchieri, Claudia Cavallini e Silvia Albertazzi.
Per gli uomini, 130 atleti in pedana. Per la Sigea il primo ottimo risultato viene dal cadetto Dario Dall’Osso. Un ottimo inizio di gara per il giovane spadista imolese che conclude il girone con 5 vittorie e una sola sconfitta e affronta la prima diretta contro Francesco Spezia (Piacenza) senza problemi, vincendo 15-6. Perde la seconda diretta contro Andrea Polidoro (Piacenza) e si gioca il tutto per tutto nei ripescaggi.
Dopo aver perso contro il compagno Marco Banchieri, vince contro Marco Orselli (Circolo Scherma Imola) e si aggiudica l’ultimo assalto del ripescaggio valido per il 21° posto contro Roberto Di Matteo (Ferrara).
Bella prova anche di Marco Banchieri, che dopo un ottimo girone con cinque vittorie e una sola sconfitta, si aggiudica 15-7 la prima diretta contro Francesco Compagnoni (Modena), ma perde la seconda contro Gabriele Vincenzi (Sintofarm Scherma Koala), accedendo così ai ripescaggi, in cui vince i primi due assalti qualificandosi per gli Open di gennaio.
Sono scesi in pedana anche Andrea Ufficiali, Marco Orselli, Alessandro Tampieri, Niccolò Sama, Giuliano Pianca, Lorenzo Pirazzoli, Michele Fantini, Leonardo Boldrini, Simone Mondini, Simone Fanti, Daniele Lanzoni, Gledis Bona, Francesco Garulli, Paolo Franceschelli e Sergio Tuberoso.