Imola. Sono state premiate le classi vincitrici del concorso Wikicoop, indetto da Legacoop Imola in occasione del centenario della propria nascita. Il concorso si ispira a Wikipedia, l'enciclopedia on-line “aperta”, e vuole essere un incentivo per la riscoperta e la valorizzazione la storia della cooperazione imolese. “Con Wikicoop vogliamo far conoscere ai ragazzi la storia delle cooperative della nostra città e premiare la loro creatività – ha spiegato Rita Linzarini, coordinatrice delle attività di Legacoop con il mondo della scuola – vogliamo inoltre contribuire a diffondere i valori della cooperazione, che sono valori importanti per una società più equa, più sostenibile e più solidale”. Al bando, aperto nell’anno scolastico 2010-2011 e rivolto a tutte le scuole medie del territorio, hanno aderito l’Istituto comprensivo n.1-2 di Imola, con la scuola secondaria di primo grado “Innocenzo da Imola” (classi 3A – 3B e 3C) e l’Istituto comprensivo n. 6 di Imola, con la scuola secondaria di primo grado “Andrea Costa” (classi 3B – 3C e 3E). I ragazzi con i loro insegnanti sono stati liberi di produrre elaborati delle forme più varie: racconti, ricerche documentali o fotografiche, audiovisivi o articoli di giornale. Ad aggiudicarsi il primo premio ex aequo sono state la classe 3B e la classe 3A dell'istituto “Innocenzo da Imola”, con lavori rispettivamente sulla cooperativa “Cavim” e sulla cooperativa sociale “L'arca”, e la classe 3B della scuola “Andrea Costa” il cui elaborato aveva per tema la CTI (cooperativa trasporti di Imola). A ciascuna di queste classi è andato inoltre un premio in denaro, pari a 1000 euro, messo a disposizione della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola. Il lavoro della 3C dell'Innocenzo sulla tipografia Galeati e quelli delle classi 3E e 3C dell'Andrea Costa sulla Cooperativa Ceramica di Imola e su “Terremerse” si sono invece aggiudicati il secondo posto ed un premio di 500 euro.

Tutte le ricerche realizzate sono state infine raccolte in una pubblicazione, consultabile e scaricabile dal sito di Legacoop all’interno della sezione relativa al centenario, e verranno distribuite alle classi coinvolte ed agli istituti scolastici.

Nel giorno della premiazione, svoltasi giovedì 24 novembre 2011 nella sala conferenze della Cooperativa Ceramica di Imola, il padrone di casa Stefano Bolognesi, presidente della Cooperativa Ceramica, ha voluto ricordare alla platea di giovani studenti qual è la caratteristica prima del mondo cooperativo: “Anzitutto una cooperativa è un'azienda di uomini e non di capitali, si diventa soci non perché si è ricchi ma perché si lavora. Personalmente non avrei avuto la possibilità di ricoprire la stessa carica che ho qui in un'altra azienda, perché non sarei sufficientemente ricco da poter essere azionista di maggioranza”. (Leonardo Bettocchi)

Domenico Olivieri, presidente della Sacmi e vice presidente di Legacoop Imola non manca di sottolineare come la cooperazione sia un aspetto importante per l'assetto economico e sociale del territorio imolese: “Abbiamo circa 120 cooperative nel territorio imolese, molte di queste risalgono alla seconda metà dell'Ottocento, segno di una continuità intergenerazionale che rappresenta un aspetto importantissimo del nostro modo di fare economia. Noi cooperative – continua Olivieri – abbiamo bisogno di giovani, noi siamo quelli che le abbiamo in gestione oggi, ma nel futuro toccherà a qualcuno di voi”. Un futuro non imminente, perché i ragazzi premiati sono ancora lontani dal terminare il loro percorso di studi, ma nemmeno così remoto. “Voi dovete studiare, dovete diventare più bravi di noi – conclude Bolognesi – dovete divertirvi a fare quello che vi piace, noi vi aspettiamo”.