Castel Bolognese (Ra). Il campione di superbike Ayrton Badovini ha incontrato il sindaco Daniele Bambi e la giunta comunale ieri 28 novembre 2011, accompagnato da alcuni membri del suo fan club. Il colloquio ha toccato tutti i diversi aspetti della straordinaria esperienza di Badovini, dai primi passi con le minimoto passando per il lavoro continuo e pieno di dedizione fino al controllo dello stress, della pressione pre-gara e durante l'adrenalinica corsa. Nato a Biella 25 anni fa, Badovini si è trasferito in Romagna per motivi di lavoro (il suo team aveva sede nei pressi di Bologna) e a Castello per la vivibilità. “Non mi piace – ha rivelato lo stesso campione – il caos delle grandi città, preferisco un paese più tranquillo e vivibile”. Badovini si è mostrato molto disponibile a future collaborazioni con l’Amministrazione per approntare assieme progetti per la sicurezza sulla strada rivolti in primo luogo ai ragazzi. L’amministrazione sta già pensando infatti ad un progetto per la sicurezza con la collaborazione del pilota. Ayrton (in omaggio al celebre pilota brasiliano di Formula1 Senna) si innamora delle due ruote all’età di 5 anni quando il padre per Natale gli regala una minimoto. Da quel momento è tutto un susseguirsi di successi e crescita personale. Già all’età di 10 anni è campione italiano nella categoria Junior A. Nel 2001 passa all’Aprilia Challenger 125 terminando 5° assoluto e 3° miglior esordiente. Comincia così una storia che da passione si trasforma in professione. Nel 2002 passa ai 4 tempi e nel trofeo monomarca Ducati 748 termina l’anno in terza posizione. Nella stagione 2008 esordisce in superbike con la Kawasaki e finisce 24° tra i piloti, comunque una buona base di esperienze per affrontare gli anni a venire. Nel 2010 porta al debutto la Bmw nella Superstock 1000 Fim Cup e si laurea campione del mondo stabilendo un record incredibile: 9 vittorie su 10 gare disputate. Nel 2011 porta la Bmw in superbike e oggi è considerato tra i 10 migliori piloti del campionato. Al termine dell’incontro è stata donata al primo cittadino la maglia ufficiale del fan club.