Bologna. “La mia bella Romagnola” (Pendragon editore), il libro scritto da Gabriele Cremonini per raccontare la storia della vacca Romagnola attraverso i secoli, verrà presentato nel Salone dei Carracci di Palazzo Segni Masetti, sede storica di Confcommercio Ascom Bologna, nel pomeriggio di giovedì 1 dicembre 2011 alle ore 17.30.

Il libro indaga la storia della vacca Romagnola, com'è arrivata e da dove, com'è stata utilizzata sia per il lavoro che per la carne, come si è perfezionata per divenire esclusivamente da carne questa cugina di Marchigiana e Chianina, oggi sotto l'egida del Consorzio del Vitellone bianco dell'Appennino centrale. Rivolto al grande pubblico, ricco di curiosità, è anche una sorta di guida per conoscere le molte parole legate ai bovini e connesse alle carni: come si chiamano i tagli, come riconoscerli, come si utilizzano al meglio. Non mancano proverbi, modi di dire, testimonianze di allevatori. Ci sono poi antiche ed inedite ricette, per cucinare le parti meno nobili e più economiche, ma certo non meno gustose dell'animale. Quasi un piccolo vademecum sull'universo bovino che va a colmare un vuoto nella letteratura non specialistica, infatti al di là di volumi tecnici, editi per gli studi universitari, non c’è davvero una nutrita pubblicistica dedicata alla vacca, se poi il cerchio si restringe ai bovini da carne e non da latte, i testi sono davvero pochissimi.

Sono previsti gli interventi di Giancarlo Tonelli, direttore generale Confcommercio Ascom Bologna, Stefano Casella, presidente Federcarni Bologna, Tiberio Rabboni, assessore all'Agricoltura della Regione Emilia-Romagna e l'autore del libro Cremonini. Modera Gianluigi Veronesi, direttore del mensile “Degusta”. Seguirà un buffet organizzato ed offerto da Federcarni Bologna.