Castel Bolognese (Ra). La Bcc della Romagna Occidentale ha ritenuto importante sostenere una iniziativa di microcredito in una terra molto lontana, il Congo, per dare speranza e migliorare l'esistenza dei più emarginati della città di Bukavu. Il 29 novembre 2011, la Bcc ha incontrato pubblicamente all’interno della propria sede Pierre Lokeka, giovane congolese promotore di questa iniziativa in terra d'Africa. La banca ha aderito al progetto internazionale dell'associazione “pace adesso” del sen. Bersani, candidato l’ anno scorso al premio Nobel per la pace, in collaborazione con l’oratorio San Giacomo. Notevoli e numerose le iniziative che vanno dalla costruzione di due acquedotti, alla realizzazione di un centro di maternità, ad un programma di formazione e sviluppo agricolo-commerciale. Progetti che hanno portato in questi cinque anni a dare sostegno a circa 2.500 famiglie (oltre 10.000 persone) e centinaia di donne violentate durante le varie guerre succedutesi in questi ultimi anni. A seguito di questa positiva esperienza è stata data la possibilità a Pierre Lokeka di costruire il centro “Kitumaini” (speranza), nel quale è stato costituita l’associazione “Les amis de Don Beppe”, in onore del rettore dell’oratorio San Giacomo; da qui sono partite le prime iniziative a sostegno di attività e delle tante persone emarginate di quelle zone. Il Presidente della Bcc Romagna Occidentale, Luigi Cimatti ha dichiarato come “mi sembra di riscontrare dalle testimonianza di Lokeka il vissuto dei fondatori, più di cento anni fa, della nostra banca e la dedica che ci ha lasciato a ricordo del suo passaggio non ha bisogno di commenti e mi piacerebbe che chiunque la leggesse fosse toccato nel profondo del suo cuore e riflettesse”. Il microcredito è uno strumento di sviluppo economico, che permette alle persone in situazione di povertà ed emarginazione di aver accesso a servizi finanziari. I programmi di microcredito propongono alternative e soluzioni per queste microattività economiche con piccoli finanziamenti agevolati.