Rapallo. Iris Gardini, Chiara Zuffa, Silvia Albertazzi, Claudia Cavallini e Judit Ildiko Donca (Forlì) sono le componenti della squadra femminile master Sigea Imola che si è imposta al “Trofeo delle Regioni” master che si è svolto a Rapallo. Una gara iniziata sottotono per la squadra femminile di spada, che si trova in girone con le due squadre della Lombardia e con quella della Liguria, e che le vede protagoniste di una sola vittoria, quella che le fa qualificare alle dirette.
Nella prima diretta le spadiste imolesi vincono contro la Liguria 5-2, poi inizia la scalata al podio e non ce ne è più per nessuno. Nemmeno per le forti spadiste della prima squadra della Lombardia che vengono battute 5-1. In finale contro la seconda squadra della Lombardia, le imolesi della Sigea danno prova di grande grinta e carica agonistica, tanto che non danno nemmeno il tempo alle avversarie di mettere a segno una stoccata, vincendo 5-0.
A Rapallo anche la squadra maschile composta dagli imolesi Alessandro Tampieri, Simone Mondini, Stefano Mazzetti e Sergio Tuberoso, che perdono contro la Lombardia per entrare negli otto.
Secondo posto invece per la squadra dell’Emilia Romagna composta da Giuliano Pianca, Riccardo Bonsignore e Roberto Di Matteo, che dopo aver battuto Lombardia e Toscana, entrano in finale contro la Liguria, che si aggiudica la gara.
Sabato 3 dicembre si è invece svolta a Torino la seconda prova nazionale cadetti. Per la Sigea sono scesi in pedana Dario Dall’Osso, Paolo Franceschelli e Erick Murachasvili. Il migliore degli imolesi, Dario Dall’Osso, si è piazzato a metà classifica. Buon girone per il cadetto della Sigea che, nonostante le tre vittorie, si mostra molto nervoso in pedana. Vince senza problemi la prima diretta contro il forte Pierfrancesco Andresini (Torino) 15-11. Nella seconda diretta contro Francesco Lucci (Casalgrande), tira molto bene fino al 12 pari, poi a fine assalto, causa un calo di attenzione, lascia scappare l’avversario che si aggiudica il match 15-12.
“Peccato per l’inizio gara di Dario, dove non è riuscito a tirare con serenità, cosa che non gli ha permesso di trovare la concentrazione necessaria per gli altri assalti”, ha commentato il tecnico Matteo Capozzi.
In pedana anche Paolo Franceschelli e Erick Murachasvili, che dopo aver passato la fase a gironi, si fermano alla prima diretta.
Sabato 10 e domenica 11 dicembre gli assoluti di sciabola scenderanno in pedana a Verona per la prima prova di qualificazione di Zona Nord. Nello stesso week-end a Verona si svolgerà la prima prova paralimpica Centro-Nord, dove scenderà in pedana il primo atleta paralimpico della Sigea Scherma Imola.