Imola. “Francesco Alberghetti: un uomo e una scuola nella storia della città” è il titolo della conferenza organizzata dall’Itis Alberghetti, in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Imola, per ricordare i 130 anni di vita della scuola. Era, infatti, il 10 dicembre 1881, quando iniziarono le lezioni della “Scuola di Arti e Mestieri” voluta da Francesco Alberghetti, medico valente ed illuminato, nato a Imola nel 1762 (morto nel 1851), appassionato di chimica, fisica, matematica e applicazioni tecnologiche, tanto da consigliare nel suo testamento di istituire “convenienti premi a quelli che inventeranno e perfezioneranno qualche utile mezzo col quale gli artefici possano eseguire i loro lavori più bene e più speditamente…”.  Egli volle donare il suo patrimonio al Comune di Imola perché “istituisca una scuola in cui s’insegni la matematica applicata alle arti…”, avendo a cuore la promozione dello sviluppo scientifico e tecnologico nel nostro paese, che, dopo essere stato fra le nazioni europee all’avanguardia  in campo scientifico, vedeva arrancare dietro a Inghilterra, Francia e Germania.
La scuola “Alberghetti”, fin dalla sua nascita dotata di aule per le esercitazioni e laboratori di chimica, fisica, tecnologia chimica, disegno, aggiustaggio, ebanisteria-intaglio, macchine utensili, ottenne importanti riconoscimenti nelle mostre ed esposizioni a cui partecipò sia in Italia che all’estero: all’esposizione di Torino del 1898 venne segnalata dal Ministero dell’Agricoltura, Industria e Commercio come una delle più efficienti del Regno, all’Esposizione Universale di Parigi nel 1900 e a quella di Saint Louis (Stati Uniti) nel 1904 fu insignita della medaglia d’oro.
“Credo sia doveroso – sottolinea l’Assessore Valter Galavotti – approfondire ulteriormente la figura e le opere di Francesco Alberghetti che attraverso il suo lascito testamentario ha permesso non solo che nascesse  la -scuola di arti e mestieri – istituzione fondamentale per lo sviluppo socio economico del nostro territorio, ma ha segnato in modo profondo l’identità del nostro territorio”.

Per ricordare i 130 anni dell’Istituto e scoprire la figura di Francesco Alberghetti, esempio di dedizione e impegno nel lavoro, altruismo e visione prospettica, si terrà questa conferenza venerdì 16 dicembre 2011, ore 17.30, nella sede centrale dell’Itis “Alberghetti” (via Pio IX 3). A tracciare un profilo dell’insigne medico imolese e del legame fra la scuola a lui intitolata e il territorio interverranno l’Assessore alla cultura del Comune di Imola Valter Galavotti, Chiara Sabattani della Biblioteca comunale di Imola, Giuliana Zanelli saggista e scrittrice e Roberto Fabio Baroni Dirigente Scolastico negli anni del completamento della nuova sede.
Porteranno poi la loro testimonianza di imprenditori e dirigenti d’azienda gli ex studenti Giulio Baraccani (Socam) Vezio Bernardi (Sacmi) Gaetano Castiglione (Ima) e Giuseppe Pelliconi (Protesa).