Ravenna. Un primo risultato emerge dalla campagna “Adotta un progetto sociale, diventa un’azienda solidale” lanciata il mese scorso dagli assessorati alle attività produttive, volontariato e servizi sociali. Sono già a dodici i progetti di volontariato finanziati per un valore complessivo di oltre 30.000 euro. Nel pomeriggio del 13 dicembre 2011 in municipio il sindaco Fabrizio Matteucci insieme con gli assessori Massimo Cameliani e Giovanna Piaia, hanno fatto incontrare aziende e responsabili dei progetti che grazie alla campagna potranno diventare realtà positive per la vita della nostra città. “Le imprese devono prestare sempre più attenzione – ha dichiarato il sindaco Fabrizio Matteucci – non solo ai profitti, ma alle ricadute sociali che il loro lavoro ha sul territorio. Un numero sempre maggiore di importanti aziende ravennati in questi anni ha voluto testimoniare questa attenzione redigendo veri e propri bilanci sociali. Questa campagna è un ulteriore passo avanti. Ringrazio le imprese che hanno dato la loro adesione e auspico che altre seguiranno il loro esempio”.
Breve lista dei progetti finanziati:

  • Progetto di A.M.A La Vita adottato da CMC Ravenna: Curare e coltivare un giardino, adiacente il Centro Salute Mentale di Ponte Nuovo dedicato a Franco Basaglia, fautore della Legge 180 per l'abolizione dei manicomi (ambito riqualificazione urbana).

 

  • Progetto dell’associazione Alzheimer Ravenna adottato da ADIURA sas: Il progetto è finalizzato ad ampliare la ricettività degli interventi di Spazio Incontro, integrando attività di socializzazione e stimolazione cognitiva, per integrare le terapie tradizionali farmacologiche. Coinvolgerà 40 utenti ogni trimestre (ambito sociale).

 

  • Progetto di Auser adottato da BCC Credito Cooperativo ravennate e imolese: Acquisto di un saliscale trasportabile, utilizzabile dai volontari per permettere agli anziani e disabili di eliminare le barriere delle proprie abitazioni (ambito sociale).

 

  • Progetto di Azienda Ausl Ravenna adottato da Mirabilandia: Adeguare alle esigenze dei bambini la sala d'attesa del consultorio pediatrico di Ravenna, in cui i bambini possono soggiornare in attesa di visite e vaccinazioni (ambito sanitario).

 

  • Progetto di Azienda Servizi alla Persona adottato da Sapir: Formazione professionale in carcere. Il corso di panificazione può offrire questa opportunità. Il corso e l'acquisto dei materiali coinvolgerà 5 detenuti (ambito sociale).

 

  • Progetto di Caritas Ravenna adottato da Bcc Credito Cooperativo ravennate e imolese: Attività assistenziale, azioni di sostegno economico alle famiglie in difficoltà, attraverso contributi economici integrativi per il pagamento di utenze e affitti, acquisto e distribuzione di generi alimentari e di prima necessità (ambito sociale).

 

  • Progetto di Città Meticcia adottato da Sapir: Corsi di italiano per immigrati sia principianti che di vari livelli, per favorire integrazione, inserimento nel mondo del lavoro e della formazione, ma anche per rapporti sociali e relazionali in genere (ambito sociale).

 

  • Progetto di Comitato Cittadino Antidroga adottato da Sapir: Accoglienza persone che vivono in strada attraverso una sportina alimentare con cena e colazione, offrendo loro la possibilità di utilizzare la doccia, lavare i propri indumenti (ambito sociale).

 

  • Progetto di Judo C.S.T. Ravenna adottato da Cmc Ravenna: Attività sportiva per disabili intellettivi, organizzazione di gare internazionali, con la partecipazione di oltre 300 atleti disabili provenienti da varie parti del paese e d'Europa (ambito sociale).

 

  • Progetto di Linea Rosa adottato da “Gruppo CON.S.A.R.: Il progetto prevede un servizio di baby assistenza, presso le strutture di accoglienza gestite dall'associazione, o presso le abitazioni delle madri in caso di violenza (ambito sociale).

 

  • Progetto di Volontari R.C. Mistral adottato da Wicom: concessione gratuita di linea adsl e di sito internet. Il progetto permette una connessione di adsl non solo nell’area della sede ma anche dalla centrale operativa mobile di Mistral. In caso di emergenza sarà infatti possibile mantenere costante contatto con la sede eo i volontari impegnati nelle varie zone, agevolando in maniera efficace la risoluzione della emergenza (ambito sociale).

 

  • Progetto di ANGSA adottato da Compagnia portuale: sollievo alle famiglie dei bambini autistici, per permettere sia ai bambini di aumentare la loro autonomia (stando per qualche fine settimana in strutture per brevi soggiorni) sia alle famiglie di potersi assentare per brevi periodi, sapendo che i loro figli sono seguiti e supportati da personale qualificato (ambito sanitario).