Solarolo (Ra). Il Corpo bandistico autonomo di Solarolo è stato inserito tra i “Gruppi di musica popolare e amatoriale di interesse nazionale”. Il sindaco Anconelli ha consegnato l'attestato ad alcuni rappresentanti della Banda cittadina durante la seduta serale del consiglio comunale che si è tenuta ieri martedì 20 dicembre 2011. A sua volta l'attestato era consegnato a lui in una cerimonia svoltasi nella sede della Regione Emilia-Romagna il 29 novembre scorso nell’ambito di un più ampio programma organizzato su tutto il territorio nazionale dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia.

“Volevo condividere con l’intero consiglio comunale, senza distinzioni fra maggioranza e minoranza, la gratificazione per questo attestato – ha dichiarato il sinadaco – La nostra Banda è una bella opportunità e un vanto della nostra comunità, con un bel futuro davanti, essendo composta principalmente da giovani e giovanissimi. Fra l’altro a Bologna, nella cerimonia di consegna dei riconoscimenti regionali, eravamo gli unici a rappresentare la provincia di Ravenna”. Fabio Baldi, dirigente del corpo bandistico, ha aggiunto: “Ringrazio l’Amministrazione perché difficilmente, e questo me lo hanno confermato altre Bande con le quali dialoghiamo, si trova il sostegno e la vicinanza dell’ente pubblico comunale”.

Nata nel 1810, la Banda di Solarolo si è sempre impegnata nella conservazione delle tradizioni culturali e popolari, ma ha anche saputo creare nuove formule compositive. Molti sono i giovani nelle sue fila, alla Banda è associata infatti una Scuola di musica che propone lezioni in teoria musicale e solfeggio, flauto e ottavino, ottoni e percussioni, clarinetto e sassofono. La banda di Solarolo ha un sito internet nel quale si possono trovare tutte le informazioni sui corsi e le attività: www.bandasolarolo.it.