Ozzano Emilia (Bo). Ci ha lasciati il “pittore della neve”. Così infatti era chiamato Adriano Cavara che si era contraddistinto nell’ambito della pittura per i suoi quadri tutti esclusivamente ritraenti paesaggi innevati. Cavara, nato a Castello di Serravalle, ma residente a Ozzano da trentanni, si è spento all’età di 84 anni giovedì 29 dicembre 2011 a causa di una grave malattia. Uomo mite e gentilissimo, pittore affermato, vincitore di premi e concorsi, con una mostra permanente a Milano Marittima, in provincia di Ravenna, non aveva mai svelato il segreto della sua pittura, unica nel rappresentare la neve e le nevicate veramente reali. Uomo schivo, mai legato a ambienti del potere, viveva con la moglie e il figlio a Ozzano Emilia. Forse nel suo comune di residenza non è mai stato valutato sufficientemente, nonostante avesse collezionato anche premi e citazioni di critici d’arte di spessore. Il funerale si è tenuto lunedì 2 gennaio 2012 nella chiesa di San Cristoforo di Ozzano Emilia. Sparisce un grande artista e insieme a lui il suo segreto, ma restano a testimonianza il suoi quadri unici in assoluto. (Giuliano Bugani)