La tecnologia utilizzata da Volvo Car Corporation per realizzare l'avanzata Volvo XC60 ibrida plug-in Concept offre agli automobilisti caratteristiche per ora ineguagliate dalle altre ibride attualmente disponibili sul mercato. “L'ibrida plug-in a benzina è la soluzione ideale per l'automobilista che desidera guidare un'auto elettrica senza tuttavia dover rinunciare alla potenza e alla capacità della propria auto,” ha dichiarato Stefan Jacoby, presidente e Ceo di Volvo Car Corporation.
La V60 è il primo modello in produzione di Volvo Car Corporation che vanta questa nuova tecnologia e che verrà commercializzato in Europa nel corso dell'anno. Nella nuova vettura di casa Volvo, la tecnologia di elettrificazione è abbinata infatti a un avanzatissimo propulsore a benzina a quattro cilindri con una potenza di 280 CV. “Questa combinazione consente di 'esportare' una soluzione ibrida plug-in davvero geniale in quel contesto internazionale al quale stiamo puntando con tutti i nostri modelli. La versione a benzina ha un potenziale notevole in diversi mercati che sono fondamentali per i nostri ambiziosi piani di crescita, come ad esempio gli Stati Uniti, la Cina e la Russia,” spiega Stefan Jacoby.
“L'ibrida plug-in è l'auto ecologica ideale per il contesto in cui viviamo – afferma Stefan Jacoby -. Offre a un'elevata percentuale di automobilisti un'autonomia di percorrenza in modalità elettrica sufficiente a soddisfare le esigenze di spostamento quotidiane. Più della metà degli automobilisti americani ad esempio, percorre meno di 30 miglia al giorno. Con le sue tre modalità di guida, la XC60 ibrida offre ai suoi possessori il comfort, l'intelligente ergonomia dei modelli convenzionali, sicurezza, prestazioni e un'autonomia di percorrenza elevata, oltre a una flessibilità senza compromessi che consente a chi la guida di soddisfare qualsiasi esigenza motoristica”. (Nando Carrega)