Imola. Fra bambole, costruzioni, giochi vari, peluche e qualche libro, in due settimane sono stati raccolti quasi 300 giochi adatti in particolare a bambini e bambine fino ai 4/5 anni, grazie all’iniziativa di solidarietà “Gioca e Rigioca”, promossa quest’anno per la prima volta dal Comune di Imola insieme a Confcommercio Ascom Imola, Confesercenti, Cna e Confartigianato nell’ambito di “ImolaNatale 2011 – È  festa sotto l’orologio e in tutta la città!”. I giochi sono stati consegnati da Monica Campagnoli, assessore al Centro storico e attività produttive, a Luca Gabbi, direttore della Caritas diocesana Imola. Lanciata il 10 dicembre scorso, fino alla vigilia di Natale, l’iniziativa ha visto Babbo Natale, i volontari dell’associazione “Il  Ponte Azzurro” e della “Compagnia delle Spugne” della Cri accogliere nella Casa di Babbo Natale, a fianco dell’albero in piazza Matteotti, decine e decine di bambini che hanno scelto di regalare un loro gioco nuovo o seminuovo a bambini di famiglie di Imola in difficoltà, affinché il sorriso di ricevere un regalo potesse accomunare tutti i bambini.
“Voglio ringraziare il Comune che è sempre sensibile nei confronti delle fasce deboli, per avere pensato a questa iniziativa ed i tanti bambini e le loro famiglie che hanno voluto aderirvi. Perché è bello donare e pensare ad un bambino che per le feste del Natale non possa ricevere un dono rattrista molto: con questa iniziativa proviamo a supplire verso chi è più in difficoltà – ha affermato Luca Gabbi, direttore della Caritas diocesana Imola -. Ora faremo avere questi regali ai bambini delle famiglie che si presentano da noi”.
“Abbiamo voluto proporre questa iniziativa perché ci sembrava giusto ricordarsi, proprio nel periodo delle feste, anche di chi ha un po’ meno, partendo dall’idea che ognuno può fare qualcosa per aiutare chi è più in difficoltà – ha sottolineato da parte sua l’assessore Monica Campagnoli -. Proprio per il positivo riscontro ottenuto, lavoreremo con ancora maggiore impegno per riproporre l’iniziativa anche il prossimo anno e  rafforzarla”.
“Con questa iniziativa abbiamo cercato di essere vicini alle famiglie in difficoltà anche durante le festività natalizie – ha concluso Roberto Visani, vice sindaco e assessore alla Qualità sociale e partecipazione -. Anche in questo caso si conferma la preziosa collaborazione fra istituzioni, associazionismo di impresa, mondo del volontariato imolese e famiglie, che è fondamentale per guardare con fiducia al futuro”.