Moena. Quest’anno compie i suoi primi quindici anni, e si prepara a festeggiare “come Moena comanda”: a colpi di freeride, telemark, musica sotto le stelle, buon cibo, bella gente, neve, neve, neve. Dal 4 all’11 marzo la “Polartec Scufoneda” accenderà ancora le Dolomiti, tra performance e pura passione per la neve. Riconosciuta ormai come uno dei più grandi eventi Telemark e freeride d’Europa, oggi la gara chiama a raccolta oltre 800 atleti da ogni angolo del mondo, e più di 5000 persone di tutte le età, minimo comun denominatore la passione per la montagna. E non una montagna qualsiasi, bensì le favolose Dolomiti, oggi ufficialmente riconosciute dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Sembra ieri quando, nel lontano 1998, veniva proposto il primo appuntamento con il Telemark contemporaneo. Trascorsi quindici anni, la manifestazione ha imparato a coniugare performance e divertimento, complice anche la partnership con Polartec, leader mondiale nella produzione di tessuti ad alte prestazioni. E per il 2012 le aspettative sono davvero alte.

Titolo Italiano e World Cup
Sul fronte degli exploit sportivi, si incomincia domenica 4 marzo con la gara Fisi per il Titolo italiano assoluto di Telemark. Ma l’appuntamento clou è la spettacolare Freeride World Cup, in calendario per sabato 10 marzo nello scenario del passo S. Pellegrino. Aperta a sciatori, telemarkisti, snowboardisti, la competizione è ormai famosa per le grande difficoltà tecnica, che giustifica il prestigioso montepremi di 8.000 euro in denaro e di oltre 5.000 euro in premi tecnici.

Pista, fuoripista, e Kids in action
Alle performance dei fuoriclasse di telemark e freeride si affiancano una quantità di iniziative dedicate a tutti gli appassionati di sci. Durante i 7 giorni della manifestazione è possibile intraprendere emozionanti “Dolomiti Tour” in pista e fuori pista, accompagnati da Guide Alpine, mentre per i ragazzini dai 10 ai 15 anni sono disponibili gli appuntamenti quotidiani con “Telekids”, corsi gratuiti di avvicinamento al telemark, l’affascinante tecnica “a tallone libero”. Di grande interesse anche le iniziative dedicate al tema della sicurezza in montagna, sostenute da appositi spazi deidicati dalla famosa azienda dall’avanzata tecnologia tessile.
E chi non scia? Vero e proprio evento poliedrico, sa come intrattenere anche chi non ha propriamente lo sport nel sangue, e predilige le passeggiate, l’allegria delle antiche tradizioni montane, il calore delle baite dove il buon cibo fa tutt’uno con un’ospitalità autentica. E in questo Moena è maestra: nota come “la Fata delle Dolomiti” dove alcuni tra i più spettacolari gruppi dolomitici , come il famoso Catenaccio, le fanno da corona.
Per maggiori informazioni: www.scufons.comwww.polartec.com