Bologna. Confartigianato Taxi dice no allo sciopero nazionale del 23 gennaio, deciso il 12 gennaio durante la riunione dei rappresentanti nazionali dei tassisti svoltasi a Bologna. “Comprendiamo e condividiamo – spiega Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Assimprese Imola-, le ragioni di apprensione di tutti i tassisti italiani in vista degli annunciati provvedimenti governativi. Tuttavia riteniamo opportuno, prima di scegliere certe forme di protesta, avere maggiori dettagli circa le decisioni del Governo. Appoggiamo Confartigianato Taxi nella volontà di costruire un positivo percorso di proposta e di confronto con il Governo, così come avvenuto in analoghe occasioni negli anni scorsi”.