Casalfiumanese (Bo). Un 86enne di Casalfiumanese ha trovato, ordinatamente disposti in una cassetta metallica all'interno di un capanno adiacente la sua abitazione, 16 proiettili d'artiglieria da 85 mm residuato della seconda guerra mondiale. I proiettili erano stati raccolti e sistemati lì dal marito dell'anziana donna quando questi era ancora in vita. Dopo la sua scomparsa, avvenuta nel 2001, nessuno era più a conoscenza della loro esistenza fino all'ultimo ritrovamento avvenuto 17 gennaio 2012. I Carabinieri chiamati sul posto hanno richiesto l'intervento degli artificieri del Comando provinciale di Bologna. I militari, dopo aver accertato che le munizioni erano prive di esplosivo ma avevano spolette ancora attive, le hanno portate e poi fatte brillare in una cava nei pressi di Imola. L’Arma dei Carabinieri raccomanda a chiunque dovesse casualmente trovare un ordigno, o parte di esso, di non tentare di trasportarlo o bruciarlo perché potrebbe ancora liberare la sua potenza distruttiva, per non mettere a rischio la propria vita e quella di altri, l’unica cosa da fare è segnalare il luogo del ritrovamento al 112. (l.b.)