Imola. Nei giorni scorsi si è riunito il tavolo di confronto tra Hera, le associazioni dei consumatori Federconsumatori, Adiconsum e Adoc di Imola e i sindacati pensionati di Cgil, Cisl e Uil. Hera Comm, la società commerciale del Gruppo, ha presentato un primo bilancio dei nuovi canali di contatto diretto avviati ad inizio 2011 con le Associazioni dei Consumatori, alle quali è stato messo a disposizione personale Hera esperto per rispondere alle richieste di chiarimenti e informazioni sulle pratiche commerciali dei clienti.
Questa nuova metodologia, accolta con favore dalle associazioni, formalizzava e rafforzava una prassi già attiva ad Imola con risultati positivi, consentendo di avere un riscontro diretto sulle tematiche più operative, come ad esempio l’interpretazione di una pratica o di una bolletta, e di migliorare il già consolidato rapporto con Hera sulle tematiche relative alle relazioni con i clienti.
Attraverso questo canale dedicato, nel 2011 sono state gestite diverse pratiche, tutte risolte, relative in particolare a problemi su pagamenti e crediti, richieste di chiarimento su prezzi e fatture, preventivi e mercato libero.
Proprio su quest’ultimo punto si è convenuto di promuovere un incontro di approfondimento. Le associazioni vorrebbero entrare maggiormente nel dettaglio delle singole questioni e hanno infatti segnalato che uno dei principali quesiti posti dai cittadini riguarda il funzionamento del cosiddetto “mercato libero”. In molti vorrebbero capire che cos’è, com’è regolato, come si fa a comprendere se un’offerta è davvero vantaggiosa, come si stipula o si chiude un contratto. Vista la crisi economica attuale, le associazioni hanno rilevato che la sensibilità dei cittadini in tema di servizi e di costi è molto alta. Anche in rapporto a tale sensibilità, una richiesta fatta ad Hera è quindi quella di mantenere molta attenzione alla puntualità della cadenza bimestrale della bolletta per non appesantire i cittadini con bollette che considerano consumi superiori alla tempistica standard.
E’ stato inoltre osservato come questo canale di relazione con Hera possa essere valorizzato anche in termini di comprensione tempestiva da parte delle Associazioni di tutte quelle variazioni contrattuali e procedurali che vengono spesso introdotte in seguito a Deliberazioni dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas.
La proposta con la quale si è concluso l’incontro è stata quella di fissare un calendario di appuntamenti per aggiornare su regole, bollette, processi, approfondire argomenti proposti da Hera o dalle stesse associazioni sulla base di loro esigenze o problematiche precise.