San Lazzaro di Savena (Bo). L'istituto superiore “E. Mattei” si è dotato di una nuova aula di attività motoria dedicata all'arrampicata sportiva, in particolare al bouldering, quella particolare forma di arrampicata, nata come pratica di allenamento ma ormai affermatasi come autonoma, che non prevede l'utilizzo di imbragature e si sviluppa su pareti che non superano i 5 metri di altezza.

Negli ultimi anni il bouldering si è affermato come disciplina completa e molto efficace per coinvolgere i giovani in uno sport di gruppo, con la possibilità di partecipare a competizioni nazionali e internazionali. Nel settore dello sport per persone disabili, inoltre, questa disciplina permette di raggiungere risultati entusiasmanti sotto il profilo del recupero delle abilità fisiche e dell’autostima. La struttura per l’arrampicata, infatti, verrà utilizzata per l’avviamento allo sport e il perfezionamento tecnico di ragazzi con disabilità. La parete per il bouldering, oltre a permettere un eccellente esercizio fisico che coinvolge tutto il corpo, ha il vantaggio di unire i pregi dell’arrampicata alla semplicità dell’esecuzione e della pratica: sono sufficienti un paio di scarpette e la magnesite per asciugare il sudore delle mani. La sicurezza è garantita da appositi materassi che, a norma di legge, proteggono le cadute degli atleti.

La realizzazione della struttura è stata possibile grazie allo sforzo congiunto dell’istituto Mattei, della “Fondazione per lo sport Silvia Rinaldi Onlus”, delle associazioni “Lenostrescuole” Onlus e “Ico Rosetti”. L'inaugurazione è prevista per sabato 28 gennaio 2012 alle ore 12, saranno presenti tra gli altri il sindaco Macciantelli e l'assessore alla Scuola della Provincia di Bologna De Biasi.