Imola. L’inaugurazione della nuova sala di studio biblioteca, situata presso il Polo formativo dell’Ausl di Imola, è stata l’occasione per fare il punto sulla presenza universitaria in città. Sono quattro i corsi universitari per le professioni sanitarie.

Educatore professionale
I laureati sono operatori sanitari in grado di attuare specifici progetti educativi e riabilitativi, nell'ambito di un progetto terapeutico elaborato da un'equipe multidisciplinare, volti a uno sviluppo equilibrato della personalità con obiettivi educativo/relazionali in un contesto di partecipazione e recupero alla vita quotidiana; curano il positivo inserimento o reinserimento psico-sociale dei soggetti in difficoltà. Svolgono quindi interventi riguardanti i rapporti interpersonali, la famiglia, i gruppi, le istituzioni, le strutture, i servizi alla persona, avvalendosi di strumenti e metodologie di operatività psicopedagogica e di riabilitazione psico-sociale e conducono inoltre attività di studio, ricerca e documentazione, indirizzate all’intervento educativo. I contesti in cui operano queste figure sono quelli del disagio psichiatrico e psicologico, dell’handicap, della dipendenza patologica, dei minori, dell’emarginazione grave e delle carceri. Le opportunità di impiego sono presso le strutture e servizi socio-sanitari e socio-educativi pubblici o privati, sul territorio, nelle strutture residenziali e semiresidenziali, in regime di dipendenza o libero professionale
Gli iscritti all’anno accademico 2011 – 2012 sono 90. La percentuale dei laureati occupati ad un anno dalla laurea è del 100%. I luoghi di lavoro prevalenti sono cooperative sociali e aziende sanitarie (Imola, Forlì, Cesena).
    
Infermiere
Attivo ad Imola dal 2004, il corso ha lo scopo di preparare professionisti competenti nel campo della salute ed in particolare responsabili dell’assistenza generale infermieristica. E’ di loro competenza  partecipare all’identificazione dei bisogni di salute e di assistenza infermieristica della persona e della collettività e formulare i relativi obiettivi, pianificando, gestendo e valutando l’intervento assistenziale infermieristico. L’infermiere, inoltre, garantisce la corretta applicazione delle prescrizioni diagnostico-terapeutiche, operando sia individualmente sia in collaborazione con gli altri operatori sanitari e sociali. Il tirocinio rappresenta un terzo del percorso triennale dello studente in termini di crediti (60/180). Gli iscritti sono 181. La percentuale dei laureati occupati ad un anno dalla laurea è pari al 100%. I luoghi di lavoro prevalenti sono l’Azienda Usl di Imola, Montecatone RI Spa, Villa Maria Cecilia/S.Pier Damiano, Villa Azzurra, strutture protette del territorio e della Provincia di Bologna e Case di cura private della Provincia di Bologna.

Tecnico della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro
Il corso ha lo scopo di formare operatori sanitari specializzati nelle attività di prevenzione, verifica e controllo in materia di igiene e sicurezza ambientale nei luoghi di vita e di lavoro, di igiene degli alimenti e delle bevande, di igiene e di sanità pubblica veterinaria. Il corso è stato avviato nel 2003-04 ed ha prodotto i suoi primi laureati nel 2006. Gli iscritti sono 84. L’impegno dell’Ausl di Imola e dell’Università di Bologna si è concentrato sin dalla nascita del corso sulla costruzione di un percorso formativo teorico-pratico in grado di fornire allo studente un solido bagaglio di competenze sulla prevenzione ambientale a tutto campo, sia nell’ambiente esterno che nei luoghi di lavoro, e sulla sicurezza alimentare. Riguardo ai laureati e alla loro condizione occupazionale, i dati ci dicono che molti di loro (il 69% per l’anno accademico 2007-08) si laureano in corso, e che il 75% dei laureati ha trovato lavoro a un anno dalla laurea. Questa percentuale sale all’88,9% a tre anni dalla laurea, vincendo il confronto con la media dei corsi di facoltà simili.

Fisioterapista
Il corso ha lo scopo di formare operatori sanitari in grado, nell’ambito degli atti di propria competenza, di svolgere in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori e di quelle viscerali conseguenti ad eventi patologici, a varia eziologia, congenita ed acquisita, ai sensi del D.M. 14 settembre 1994 n. 741. La sede formativa di Imola del corso di laurea in Fisioterapia quest’anno compie dieci anni. A gestire la sede locale del corso sono l’Ausl di Imola e la Montecatone Rehabilitation Institute, che insieme governano le risorse necessarie per il suo funzionamento. Fino ad oggi il potenziale formativo è stato di 20 studenti ogni anno, ma dal prossimo anno saranno disponibili 30 posti/anno.

La nuova sala di studio biblioteca
La biblioteca è dotata anche di 6 aule per la didattica e 4 per i laboratori gestuali. La sala biblioteca è stata completamente informatizzata con l’allestimento di 15 personal computer dotati di monitor e con l’attivazione di una rete wireless che copre tutti gli spazi utilizzati dagli studenti sui due piani della struttura. La sala è inoltre dotata di una stampante e di una fotocopiatrice ad uso esclusivo degli studenti universitari. Il costo dell’investimento è stato di circa 19mila euro.