Imola. Con.Ami investirà 21,4 milioni di euro nel triennio  2012 – 2014, a cui si aggiungono, nello stesso periodo, altri 22,5 milioni di euro di utili che verranno distribuiti ai Comuni soci. Nei giorni scorsi l’assemblea dei 23 Comuni soci del Consorzio azienda multiservizi intercomunale ha approvato il bilancio di previsione 2012 ed il Piano triennale degli investimenti 2012/2013/2014. Ricordiamo che Con.Ami è il terzo azionista di Hera, con una partecipazione azionaria pari all’8,75%.

Nel 2012 sono previsti complessivamente oltre 19,2 milioni di euro di ricavi, di cui oltre 10,4 milioni di euro da canoni di affitto delle reti (10,5 milioni di euro sono previsti nel 2013 e 10,6 nel 2014); quasi 8,8 milioni di euro di introiti da dividendi delle azioni Hera (stessa cifra anche nei due anni successivi). L’utile netto previsto si aggira per il 2012 su oltre 8,3  milioni di euro.  Nel triennio 2012-2014 il Con.Ami prevede un utile netto di 24,2 milioni di euro di cui 22,5 milioni distribuiti ai Comuni soci. Questa cifra si aggiunge agli oltre 21,4 milioni di euro di investimenti previsti nel triennio dal Con.Ami.  A fine 2012 il patrimonio netto si assesta a oltre 309 milioni di euro.
“Il Con.Ami intende concorrere anche per il prossimo triennio alla formazione dei bilanci comunali ponendosi l’obiettivo di distribuire dividendi ai Comuni soci per un importo di circa 7,5 milioni di euro per ciascun anno” fa sapere Daniele Montroni, presidente Con.Ami.

“Con il Piano Triennale di Attività 2012 – 2014 continua il nostro impegno per mantenere alta la qualità del territorio e favorirne lo sviluppo economico. Questo avviene attraverso lo sviluppo dei servizi a rete, investendo nei settori del ciclo idrico integrato, degli impianti e i sistemi di smaltimento dei rifiuti solidi urbani, e nello sviluppo delle attività rivolte alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, attraverso la società Bryo Spa, prevedendo nel triennio 21,4 milioni di euro di investimenti complessivi” sottolinea Daniele Montroni. Fra i settori sui quali Con.Ami interverrà nel triennio per favorire lo sviluppo del territorio ci sono anche, come ricorda Montroni “il sostegno ad Innovami, centro per l’innovazione e incubatore d’impresa; il consolidamento, per conto dei Comuni soci, del ruolo di azionista di riferimento in Hera Spa, per assicurare anche in futuro i buoni i risultati ottenuti nel campo della gestione, conduzione e manutenzione dei servizi a rete; infine l’attività di studio e ricerca a supporto del Comuni, finalizzata a favorire le migliori pratiche e l’innovazione tecnologica nel campo dei servizi pubblici locali e nella gestione dei beni strumentali dei soci”.

Per quanto riguarda i 21,4 milioni di investimenti nel triennio, poco meno di 6,3 milioni di euro sono previsti per il 2012, poco più di 6,2 milioni nel 2013 e quasi 6,2 nel 2014 da parte di Con.Ami, a cui si aggiungono quasi 2,8 milioni di euro su investimenti già in corso. A questi vanno poi sommati altri 350 mila euro di investimenti coperti da finanziamenti esterni. “La cifra disponibile per il triennio – sottolinea Daniele Montroni – consentirà di sostenere le priorità individuate per lo sviluppo territoriale non perdendo di vista la compatibilità con le risorse generate annualmente, in modo da preservare la capacità di investimento del Con.Ami anche nel medio/lungo periodo”.

Da parte sua il sindaco di Imola, Daniele Manca, presidente dell’Assemblea dei Comuni soci di Con.Ami sottolinea: “Con oltre 21 milioni di euro di investimenti nei tre anni, dal settore idrico all’energia, dal ciclo ambientale agli interventi nel campo della ricerca e dell’innovazione, Con.Ami si conferma uno strumento indispensabile per continuare a far crescere il territorio dei nostri 23 Comuni anche in un momento difficile come questo. Migliorare l’infrastrutturazione e i servizi a rilevanza economica è una strada fondamentale per aiutare le imprese e le famiglie, attrarre nuovi investimenti e favorire un nuovo sviluppo economico. Siamo soddisfatti delle scelte compiute in questi anni, non ultima quella di mantenere, attraverso Con.Ami, la partecipazione in Hera Spa: partecipazione indispensabile per continuare ad investire nella qualità dei servizi pubblici a rilevanza economica”.

I settori di intervento
Settore idrico: nel settore idrico verranno investiti nel triennio 6,9 milioni di euro in opere strategiche allo sviluppo del territorio (rispettivamente 1,5 milioni di euro nel 2012, 2 milioni nel 2013 e oltre 1,9 nel 2014, a cui si aggiungono quasi 1,4 milioni di euro già messi a bilancio, attraverso gli accordi con le competenti Autorità d’Ambito). Fra gli interventi significativi in questo settore si ricorda il collegamento fognario lungo l’asse via San Benedetto – via Pirandello ad Imola, per un importo totale di 4,1 milioni d euro, che ha preso il via nella seconda metà del 2010.
Altri 300 mila euro sono previsti per interventi vari nel settore idrico integrato per i Comuni di Firenzuola, Palazzolo Sul Senio e Marradi, dopo il passaggio fortemente voluto dai Comuni e dal Con.Ami dall’Ato Firenze a quella di Bologna.  Altri 2 milioni e 150 mila euro sono previsti per interventi vari concordati con Ato Ravenna relativi ai Comuni di Bagnara, Brisighella, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Conselice Faenza, Masssalombarda, Riolo Terme, S. Agata sul Santerno e Solarolo. Per quanto riguarda i Comuni della Vallata del Lamone sono previsti 350 mila euro di investimenti su impianti acquisiti dopo la fusione per incorporazione del Savl (Società Acquedotto Valle del Lamone).
Un altro milione di euro è previsto, nei tre anni, per implementare ulteriormente gli accumuli di acqua, a favore del sistema a rete del territorio, realizzando un nuovo bacino di stoccaggio di acqua grezza in località Rineggio a Borgo Tossignano (550 mila euro) che ne raddoppia capacità di stoccaggio ed il terzo bacino a Bubano (500 mila euro) per alimentare la rete industriale ed anche quella potabile.

Igiene Urbana: è previsto l’ampliamento della discarica Tre Monti, in terreni posti nel Comune di Riolo Terme, già acquisiti da Con.Ami, con l’obiettivo di costituire una discarica interprovinciale. In questo contesto, è prevista la realizzazione di una nuova strada di accesso, al fine di alleggerire il carico sulla viabilità attuale e creare un’alternativa in caso di impedimento di accesso. Si sta studiando anche come potenziare la raccolta differenziata.
 
Innovazione e ricerca: è previsto un finanziamento di 600 mila euro nei tre anni (200 mila euro all’anno) a sostegno di Innovami, che nei prossimi anni vuole intensificare e specializzare la propria attività di tutoraggio e di accompagnamento allo sviluppo e potenziamento del business delle imprese, oltre che offrire spazi modulari arredati e servizi generali. L’obiettivo di Innovami nel prossimo triennio sarà quello di intercettare sempre più nuove imprese, aumentare la visibilità dell’incubatore e migliorarne la logistica, potenziare lo show room e le aree dedicate ai laboratori.

Infrastrutturazione del territorio: per la realizzazione di una pluralità di interventi minori relativi al ciclo idrico integrato e al ciclo integrato dei rifiuti nel territorio dei 23 Comuni del Consorzio sono previsti 6 milioni di euro, nel triennio.

Cavidotti: proseguirà anche la costruzione di cavidotti interrati (600 mila euro) nei comuni in cui Hera Imola – Faenza gestisce il servizio elettrico (Imola, Bagnara di Romagna, Massa Lombarda, Sant’Agata Sul Santerno e Mordano). Queste infrastrutturazioni sono attività istituzionali di Con.Ami e si attuano ogni volta che si procede alla realizzazione di nuove linee elettriche interrate; fra l’altro, si tratta di interventi che si rivelano propedeutici alla posa delle linee di telecomunicazione da parte di Acantho.

Settore energetico: nel settore energetico, in particolare delle fonti rinnovabili, sono previsti investimenti per 200 mila euro nel triennio a sostegno della società partecipata Bryo Spa, che dal 2012 opererà anche nella costruzione degli impianti a biomasse. A questo scopo Bryo ha dato vita, insieme a Coop Agricola Agrisfera, alla società Agribryo.
Per quanto attiene al settore della distribuzione gas, Con.Ami si proporrà come l’ente che gestisce la gara per l’affidamento della concessione come previsto a breve dalla normativa stessa.

Settore farmacie: un investimento importante è previsto anche nel settore delle farmacie, con 1,2 milioni di euro (700 mila euro nel 2012, 200 mila nel 2013 e 300 mila nel 2014) finalizzati a interventi immobiliari. In particolare è previsto la realizzazione di un nuovo poliambulatorio, che sorgerà nell’area dell’ex cinema Astoria, in Pedagna ad Imola, entro il 2012.
Inoltre, dopo una prima valutazione positiva degli studi preliminari, entro il 2012 sarà portata a termine l’aggregazione tra la società controllata Sfera e le farmacie di Forlifarma. La nascita di un soggetto gestore ad ampia dimensione sovracomunale (la società gestirebbe le farmacie pubbliche dei Comuni di Imola, Faenza, Medicina e Forlì) ha lo scopo di ottimizzare il servizio e contenere i costi.

Scalo merci Imola: sono state completate tutte le operazioni per avviare i lavori di urbanizzazione. Vista la grave crisi economica e le politiche nazionali di trasporto delle merci fino ad ora perseguite va attentamente valutato se sussistono le condizioni per proseguire nella realizzazione del progetto. Il Con.Ami ritiene di confermare il proprio impegno solamente se l’infrastruttura è richiesta, voluta e attuata dal tessuto produttivo interessato della nostra zona.

Autodromo di Imola: il prossimo triennio sarà determinate per dare continuità all’attività dell’autodromo. L’obiettivo è perseguire il pareggio di bilancio attraverso lo svolgimento delle competizioni auto e moto, le attività commerciali di pista, come prove auto e moto, il potenziamento dell’attività convegnistica-espositiva e delle altre attività che compongono le circa 170 giornate di calendario. Dal 2012 è possibile prevedere altri introiti dall’avvio dell’attività di ristorazione interna all’impianto e dalla vendita degli spazi pubblicitari.

Area Blu: continua lo sviluppo delle attività della società, che alla fine 2011 ha visto l’ingresso anche del Nuovo Circondario Imolese. Nel prossimo triennio sono previsti la realizzazione del parcheggio nell’area ex magazzini cantonieri a Imola, a nord della ferrovia, la gestione delle postazioni autovelox per conto delle Province di Bologna, Forlì-Cesena e del Comune di Imola; il supporto alla Provincia di Bologna per la gestione della Cosap (canone occupazioni suolo pubblico); l’avvio per la Provincia di Bologna del servizio di pronto intervento per ripristinare le condizioni di sicurezza e viabilità stradale nelle aree interessate da incidenti. Successivamente, è previsto l’avvio di tale attività anche per il Comune di Imola.

Società Osservanza: a fine 2011 il Con.Ami ha aumentato la propria partecipazione nella Società Osservanza srl, raggiungendo l’80% del capitale (20% Comune di Imola). Sono state completate le procedure urbanistiche e la progettazione da parte dell’arch. Gae Aulenti dell’area ex “Villa dei Fiori”. A questo punto, compatibilmente con l’andamento del mercato immobiliare, è possibile la vendita, mediante una procedura ad evidenza pubblica, dell’area stessa, per la realizzazione del progetto.
Dopo la firma del nuovo Accordo di programma che riformula la distribuzione delle risorse messe in campo dalla Regione, pari a circa 6,2 milioni di euro, dal 2012 si avvieranno le attività di riqualificazione. In specifico, 1,6 milioni di euro saranno destinati alla costruzione, al posto delle attuali cucine dell’Ausl da demolire, di un nuovo parcheggio pubblico a raso, per 235 posti auto, retrostante la scuola “Rodari”, che sostituirà l’attuale parcheggio Martiri dei Lager Nazisti, con pari numero di posti auto. Questo intervento consentirà anche di qualificare e modificare l’accesso alle scuole “Rodari”, che avverrà proprio dal nuovo parcheggio, tramite una nuova piazzetta alberata. L’avvio dei lavori è previsto nel marzo 2012, con la conclusione entro il corso dell’anno stesso.
Altri fondi della Regione sono destinati: alla riqualificazione e a piccoli ampliamenti dell’ex chiesa presente all’interno del complesso, con destinazione centro sociale e culturale; alla costruzione di un nuovo parcheggio tra via Padovani e vicolo Saldona e per riqualificare anche tutto il confine sud dell’area e il vicolo Saldona stesso, che sarà trasformato in una vera e propria pista ciclopedonale, illuminata, che collegherà via Santa Lucia con via Tiro a Segno; alla riqualificazione del parco storico, nella fascia sud ovest, che va dal retro del teatro comunale dell’Osservanza fino al nuovo parcheggio sul retro delle Rodari, passando per la pista da ballo e l’ex chiesa. Tutta l’area sarà riqualificata con la realizzazione di percorsi ciclabili, illuminazione pubblica, posa delle reti tecnologiche. Sarà resa pienamente fruibile anche la pista da ballo, al servizio anche di spettacoli e attività di animazione. L’avvio di questi lavori è previsto nel corso del 2012. Infine, è in programma la riqualificazione del viale centrale del complesso (detto viale delle Palme), che da via Tiro a Segno arriva al teatro comunale dell’Osservanza, per il quale la Regione ha stanziato 1,260 milioni di euro. Oltre a intervenire sui sottoservizi, sarà riqualificata la sede stradale e dotata di illuminazione e arredi urbani. L’avvio lavori è previsto nel 2012.

Vigili del Fuoco: è cominciata la costruzione della nuova caserma dei Vigili del Fuoco di Imola (in via Lasie – via Correcchio), il cui costo di 4 milioni di euro è a carico del Con.Ami per 3,650 milioni di euro e di Hera per 350 mila euro. La struttura sorge su un’area di circa 6 mila metri-quadri di proprietà di Con.Ami.