Circondario imolese. Il maltempo ha costretto i Comuni del circondario ad alzare bandiera bianca. Domani e dopodomani (giovedì 1 e venerdì 2 febbraio) tutte le scuole del territorio saranno chiuse. Il Comune di Imola ha comunicato la decisione inviando un sms a circa 16.000 famiglie.
A Castel San Pietro Terme chiusa anche la piscina comunale fino a tutto venerdì 2 febbraio.

Imola
“Causa il prolungarsi della nevicata e la possibilità di ulteriore abbassamento delle temperature abbiamo previsto di chiudere le scuole sia nella giornate di giovedì 2 febbraio che di venerdì 3 febbraio. Domani alle 12 faremo di nuovo il punto della situazione e valuteremo in base alle condizioni climatiche ed alla percorribilità delle strade se revocare l’ordinanza di chiusura scuole per venerdì o prolungarla fino a sabato 4 febbraio. Anche il mercato ambulante previsto per giovedì è sospeso” fa saper il sindaco di Imola, Daniele Manca, al termine della riunione con assessori e tecnici che seguono la situazione neve.
La decisione è stata presa all'ora di pranzo di mercoledì 1 febbraio, un nuovo aggiornamento è previsto domani alla stessa ora e le decisioni potranno modificarsi in base all'andamento del tempo. Tuttavia le previsioni non lasciano molta speranza perchè la neve dovrebbe continuare a cadere copiosa anche nella nottata e per tutta la giornata di giovedì 2 febbraio. Venerdì dovrebbe essere una giornata senza precipitazioni, ma la neve tornerà a farsi viva sabato 4, per lasciare poi spazio al sole domenica 5. Temperature in calo repentino da giovedì 2 con punte attorno ai – 9 tra sabato e domenica. Quindi, attenzione al rischio ghiaccio.
I mezzi spazzaneve sono entrati in azione il tutto il territorio del circondariop nella serata di ieri e nella notte quando la neve ha raggiunto uno spessore di almeno 4/5 centimetri, il minimo per rendere proficuo l’intervento. Da questa mattina il Comune ha attivato lo stato di allerta, tutti i mezzio sono all'opera e la situazione viene monitorata in tempo reale.

Scuole
Come spiega l’assessore alla Scuola, Marco Raccagna, “alle 13 abbiamo spedito il messaggio sms ai circa 16 mila fra genitori di tutti gli studenti imolesi, docenti e personale scolastico riguardo alla chiusura scuole”. Questo il testo: “Peggioramento meteo: 2 e 3 febbraio 2012 Scuole chiuse, per l’incolumità di tutti. Domani entro le 13 nuova comunicazione circa conferma o modifica chiusura”.
“Per la sicurezza e l’incolumità di tutti non era davvero possibile pensare ad altre soluzione che non la chiusura, che per altro accomuna tutti i Comuni del Circondario imolese – sottolinea Raccagna -. Devo invece dire che nella giornata odierna abbiamo fatto bene a tenere aperte le scuole perché pur con alcuni disagi la situazione è stata ben affrontata”.
Riguardo alle presenze, il servizio mensa del Comune (per materne ed elementari) registra il 60% dei pasti, con le derrate arrivate in orario. La presenza ai nidi comunali oggi è del 30% e del 40% alle materne comunali. Il 40% di presenze si registra anche alle scuole superiori, con qualche disagio in più a raggiungere l’Istituto Agrario “Scarabelli”. Riguardo al trasporto scolastico da segnalare che tutti i mezzi con arrivo previsto entro le 8,30 sono arrivati in orario, mentre si sono verificati ritardi, in alcuni casi anche di mezz’ora, per gli autobus con arrivo dalle 8,30 alle 9,15, causa l’intensificarsi del traffico in quell’orario. “Anche questa mattina sono giunte tantissime telefonate al centralino del settore scuole – spiega Raccagna -: la stragrande maggioranza per chiedere informazioni. Solo sei o sette per lamentarsi della mancata chiusura odierna delle scuole”.

Mezzi privati
circolare solo con catene o gomme termiche – Viste le condizioni, domani sarà sospeso il blocco del traffico previsto per il giovedì nell’ambito di “Liberiamo l’aria”. In pratica la neve continua a cadere da ieri sera e le previsioni indicano che continuerà con l’attuale intensità fin verso le 18 di oggi; poi dovrebbe continuare con neve più fine, fino a mezzogiorno di domani. Le temperature nella notte dovrebbe scendere sotto lo zero, ma non al di sotto dei – 4 gradi centigradi. “Per questo si raccomanda ai cittadini a ridurre il più possibile l’uso di mezzi privati e comunque di muoversi solo se dotati di veicoli con gomme termiche o catene” fa sapere l’assessore alla Polizia Municipale, Luciano Mazzini.

La collaborazione dei cittadini
“Dopo gli interventi di salatura di ieri, dall’1 di questa notte uomini e mezzi del Comune sono continuativamente all’opera per ridurre il più possibile i disagi, nella consapevolezza che vista l’entità della nevicata e le temperature previste non è possibile risolvere subito tutti i problemi – sottolinea l’assessore alle Opere pubbliche e patrimonio Raffaella Salieri –. Per questo, facciamo appello anche ai cittadini affinché collaborino effettuando gli interventi di loro competenza, come previsto dal regolamento di Polizia Locale (in allegato l’art. 11), a cominciare dal tenere libero dalla neve il marciapiede e gli accessi pedonali prospicienti l’ingresso degli edifici e dei negozi”.

I mezzi all’opera
“Dopo avere salato ieri le strade, all’1 di questa notte è scattata la fase di emergenza e sono usciti tutti i 30 mezzi spazzaneve (ieri è stata acquistata una lama in più, portando i mezzi da 29 a 30) impegnati a pulire le strade di tutto il territorio comunale. I mezzi sono al lavoro ininterrottamente dall’1 di questa notte e continueranno ad operare finché nevica, sia in giornata che durante la notte” fa saper Michele Pasotti, responsabile del settore Mobilità, Infrastrutture e Verde Pubblico del Comune di Imola.
Inoltre, dalle 4,30 di questa notte, 3 squadre, composte ciascuna da 3 operatori, con piccoli mezzi sono state impegnate per liberare gli ingressi delle scuole e le piste ciclopedonali, a partire da quelle più prossime alle scuole. Contemporaneamente altre 2 squadre sono state impegnate nel liberare  le aree più strategiche, quali gli ospedali. Dalle 7,00 sono partiti anche i mezzi spargisale per salare rampe e cavalcavia. La salatura riprenderà quando la nevicata rallenterà.
Una decina di volontari della protezione civile sono stati impegnati in mattinata a spargere segatura sotto i portici in centro storico, per ridurne la scivolosità.

Viabilità
In relazione alla situazione di questa mattina, la Polizia Municipale segnala un paio di situazioni problematiche. Nella prima mattinata un autocarro è rimasto fermo nel sottopassaggio ferroviario in via Selice, provocando il blocco del traffico per oltre un’ora; mentre a metà mattina un altro autocarro si è posto trasversalmente rispetto all'asse stradale all'intersezione Santerno/Dei Colli/Pisacane. E’ stato necessario istituire un senso unico alternato con presenza di una pattuglia di Polizia Municipale sul posto, per traffico intenso  e code sulla via Pisacane /Emilia. La situazione è tornata normale dopo oltre un paio di ore da quando l’autocarro si è posto trasversalmente.
Da segnalare, infine, che una pattuglia della Polizia Municipale di Imola è impegnata dalle 2 di questa notte al casello autostradale, su richiesta della Prefettura di Bologna, per far applicare l’ordinanza prefettizia che vieta il transito di automezzi sopra i 75 quintali in autostrada. Compito della pattuglia della Pm è di non far entrare in autostrada  gli autotreni sopra i 75 quintali. Il servizio rimarrà attivo fino a quando non cesserà l’emergenza neve prevista dal “Piano Neve” della prefettura.

Si può scaricare qui >> il pieghevole realizzato dal Comune di Imola “A proposito di neve e ghiaccio”.

La situazione Comune per Comune
Imola
Castel San Pietro Terme
Medicina
Castel Guelfo
Mordano
Dozza
Casalfiumanese
Borgo Tossignano
Fontanelice
Castel del Rio