San Lazzaro di Savena (BO). “La situazione metereologica è grave e preoccupante”, afferma senza giri di parole il sindaco di San Lazzaro di Savenna, Marco Macciantelli, dopo l'incontro convocato dal prefetto Angelo Tranfaglia.
“L’Emilia Romagna e la provincia di Bologna sono sotto la neve da giorni e ancora non è dato sapere quando il fenomeno si attenuerà. Contestualmente si prevede un ulteriore abbassamento delle temperature. Vedo che a Roma per alcuni centimetri si è mosso il mondo e c’è stato il caos. I piani-neve, in questo momento, sono sottoposti al massimo sforzo. Sono stati pensati per una nevicata. Non per una situazione eccezionale. Basta pensare al sale. Il sale sta diventando un bene prezioso. Le scorte cominciano a scarseggiare”.
Non c’è dubbio che la regione Emilia-Romagna è particolarmente colpita da questa situazione, ma ciò che afferma il sindaco Macciantelli va oltre: “Se la neve continua a cadere non si sa come far fronte alle necessità. Non è il problema di un singolo Comune, ma di un pezzo del territorio nazionale. In questo quadro è necessario uno sforzo di tutta la filiera istituzionale ed è molto importante, dopo il coordinamento della Protezione civile regionale, una collaborazione da parte dello Stato a rinforzo dell’azione svolta dai Comuni. Ho trovato ottima l’idea del prefetto, Angelo Tranfaglia, che, nella tarda mattinata di oggi, ha convocato un incontro col Genio militare, insieme all’Arma dei carabinieri, a rappresentanti della questura e dei vigili del fuoco, alla presenza di alcuni Comuni, per verificare le necessità in relazione all’emergenza-neve e approntare un intervento del Genio militare in collaborazione con i Comuni. Si è anche parlato di trasmettere ai cittadini alcune raccomandazioni. In particolare è molto importante che nelle prossime ore vi sia la massima collaborazione tra cittadini e Comuni, mentre sono in atto impegni straordinari di cittadini, dai volontari agli scout, tutte cose che vanno proseguite col più grande apprezzamento. Bologna e il territorio dimostrano, ancora una volta, un positivo spirito di comunità. Inoltre, sino a quando la situazione metereologica non andrà normalizzandosi, è bene che le persone, eccezion fatta per le ragioni motivate, possano evitare di muoversi in auto, in modo da consentire il transito dei mezzi impegnati nella rimozione della neve. Nelle prossime ore il piano neve del Comune di San Lazzaro sarà rafforzato con i seguenti mezzi aggiuntivi: una benna (macchina motrice con braccio tipo scavatore), un camion ribaltabile, 10 uomini con camion 4×4, per raccolta e scarico neve e per interventi localizzati in diversi punti di San Lazzaro e delle frazioni sino alle situazioni più decentrate della collina e della pianura. In democrazia ciascuno ha diritto a dire la sua e ciascun punto di vista merita rispetto. Questo però è il momento dell’impegno da parte dei tutti. Per le polemiche, se qualcuno vorrà proporne, ci sarà modo di tornarci sopra, con la dovuta attenzione, una volta superata l’emergenza”.

Vai la sito del Comune