Imola. Inaugurata la “Spaghetteria Tozzona”, sorta all’interno del centro sociale del quartiere Pedagna da un’idea dei gestori. Alla cerimonia, che si è svolta giovedì 9 febbraio, erano presenti il vicesindaco ed assessore alla Partecipazione e Qualità sociale, Roberto Visani, il Presidente del centro sociale “La Tozzona”, Tiziano Pelliconi e altri consiglieri del Centro stesso. La sala è stata ricavata dentro i locali del bar, con alcune piccole modifiche e sistemazioni e nel ricavare lo spazio per la spaghetteria si è colta l’occasione per rinnovare anche gli spazi dedicati alla lettura ed alla sala TV.
La spaghetteria, che ha 43 coperti, propone spaghetti con 20 diversi condimenti (dal più classico aglio, olio e peperoncino, all'amatriciana, dal sugo rustico al salmone, dalla boscaiola ai 4 formaggi, tanto per fare qualche esempio). Il costo medio è di 6 euro al piatto, con un mini pacchetto comprensivo di 1 piatto di spaghetti, una birra media ed un caffè a € 9,95. Inoltre, è possibile richiedere porzioni di spaghetti anche da asporto. Completano il menù le seguenti proposte: taglierino di salumi; misto di formaggi; radicchio con bruciatini; dolci, caffè ed amari.
La spaghetteria è aperta dal giovedì alla domenica a partire dalle ore 18.30.
Come spiega il presidente del centro sociale “La Tozzona”, Tiziano Pelliconi, “la spaghetteria nasce dall’esigenza, in questo particolare momento di crisi economica, di offrire una ulteriore alternativa a costo contenuto ai 1650 soci del Centro. L’iniziativa arricchisce ulteriormente una già vasta gamma di opportunità sportive, ludiche, culturali che si possono trovare all’interno del centro sociale”. Infine, Pelliconi aggiunge: “abbiamo potuto realizzare questa spaghetteria anche in virtù del fatto che all’interno del centro sociale era già presente una cucina con tutti i requisiti richiesti dalle normative, che fino ad oggi veniva solo parzialmente utilizzata”.
Da parte sua, il vice sindaco Roberto Visani commenta: “Questo nuovo spazio testimonia la vivacità e la creatività del centro sociale che ha sempre rappresentato un punto di aggregazione importante per il quartiere Pedagna, il più grande della nostra città. I Centri Sociali, che oggi a Imola coinvolgono più di 6000 soci, rappresentano un patrimonio straordinario di relazioni amicali, di volontariato attivo e di coesione sociale”.