Regione. Continua a nevicare in tutta la Regione, neve e gelo non danno tregua. Ecco la situazione aggiornata alle ore 15 dei diversi Comuni:

 

Imola e Vallata del Santerno.

A partire dalla giornata di ieri, venerdì 10 febbraio, non appena é iniziato a nevicare sono stati fatti uscire 30 mezzi spazzaneve dei cottimisti coadiuvati da 2 mezzi comunali nelle zone dove gli accumuli di neve superavano i 2-3 cm di spessore. Contemporaneamente 6 mezzi spargisale operano nelle strade di maggiore importanza, a stretto contatto con i mezzi spandineve. Nella mattinata di oggi ci sono stati interventi anche sulle piste ciclabili a partire da quelle di collegamento con edifici pubblici importanti. Nel centro storico sono attivi i volontari della Protezione Civile.

I sindaci dei Comuni di Casalfiumanese, Borgo Tossignano, Fontanelice, Castel del Rio hanno disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado per la giornata di lunedi' 13 febbraio 2012.
Numerose le richieste di soccorso arrivate alle centrali operative dei Carabinieri dipendenti dal Comando Provinciale di Bologna. Gli interventi hanno riguardato richieste di soccorso provenienti da automobilisti rimasti bloccati in strada, e soprattutto quelle di persone abitanti in località isolate, in buona parte anziani o persone malate, che, sole in casa, hanno rivolto il loro appello ai Carabinieri per ricevere beni di prima necessità o per poter essere raggiunti dai loro familiari.

A Castel San Pietro Terme il comandante della stazione locale ha raggiunto una 75enne rimasta bloccata in casa in via Viara e senza provviste. A Castel del Rio gli uomini dell'Arma hanno trasportato bombole di gas per cucina e derrate alimentari ad una coppia di 60enni che risiedono in via Panoramica, bloccati in casa dalla neve senza combustibile. Numerosi gli interventi simili in diverse altre località collinari e dell'Appennino.

I Carabinieri raccomandano in caso di bisogno di chiamare immediatamente il numero di emergenza 112 che provvederà ad attivare ogni necessario servizio.

 

Castel San Pietro Terme.

Dal Comune fanno sapere che lunedì 13 febbraio le scuole saranno regolarmente aperte, l’Amministrazione si riserva tuttavia, nella giornata di domenica, di rilasciare un ulteriore aggiornamento sulla base dell’evoluzione delle condizioni meteorologiche. I genitori e gli studenti sono invitati a tenere monitorato il sito intenent comunale e la pagina ufficiale del Comune su Facebook. Il trasporto scolastico non sarà effettuato nelle zone collinari quali: Casalecchio dei Conti, via Riniera, Palesio, Varignana e Liano. Lungo via Sillaro lo scuolabus si fermerà a San Martino in Pedriolo. Fuori dalle scuole è stato confermato il servizio di assistenza ai genitori che devono accompagnare i bambini in automobile: i volontari saranno a disposizione per condurre gli alunni dalla macchina all’edificio scolastico.

Confermata l’apertura del cimitero di Castel San Pietro Teme e della piscina comunale di viale Terme, annullato invece il mercato di lunedì 13 nel centro storico.

Su iniziativa della polizia municipale, nella mattina di oggi, sabato11, le associazioni Gruppo Alpini e Scout Agesci hanno portato generi di conforto a una quarantina di camionisti bloccati all’esterno del casello autostradale, chiuso ai mezzi pesanti in direzione sud. Il servizio si è ripetuto all’ora di pranzo, quando i camionisti sono stati accompagnati nella sede degli Alpini dove hanno potuto mangiare e scaldarsi.

Per informazioni e segnalazioni, i cittadini possono anche telefonare allo Sportello cittadino: tel. 0516954154; oppure alla polizia municipale: numero verde 800887398, funzionante anche con i cellulari.

 

San Lazzaro di Savena (Bo).

A San Lazzaro gli spazzaneve e i mezzi spargisale sono in azione dalle ore 22 di ieri, venerdì10 febbraio. Il Comune attraverso Prometeo, questa mattina, ha preso contatto con il reticolo commerciale per verificare il fabbisogno di sale per favorire la pulizia degli accessi ai marciapiedi.

Domenica 12 febbraio il gruppo scout San Lazzaro 1 della parrocchia San Francesco si ritroverà in piazza Bracci per spalare la neve insieme ad altri volontari. I servizi sociali del Comune hanno inviato al servizio di assistenza telefonica e-care l’elenco degli anziani fragili per contattarli e verificare eventuali necessità, e attivato una verifica telefonica delle situazioni in carico più a rischio.

Il Comune ha organizzato nei giorni scorsi, in collaborazione con i centri sociali e l’associazionismo del territorio, una squadra di volontari chiamata Upi (Unità di pronto intervento).

I cittadini in difficoltà possono rivolgersi al numero 366 6135564 o all'indirizzo e-mail upi@comune.sanlazzaro.bo.it per chiedere l’intervento dei volontari, disponibili dalle ore 8 alle ore 20. L’intervento dei volontari può essere richiesto per liberare gli accessi delle abitazioni delle persone impossibilitate a farlo, per liberare dalla neve eventuali mezzi di trasporto, per la mobilità delle persone (ad es. accompagnamento), per il rifornimento di generi alimentari e farmaci o per far fronte ad altre necessità. Questi recapiti servono anche per raccogliere l’adesione di quanti vogliono dare la propria disponibilità a far parte della squadra di emergenza. Sul sito del Comune tutti gli aggiornamenti sull’emergenza neve e le risposte alle domande più frequenti poste in questi giorni dai cittadini.

 

Ravenna.

Le attuali previsioni meteo prevedono ancora neve, oltre a quella gia' caduta in queste ore, fino a domenica e temperature abbondantemente sotto lo zero, con conseguente formarsi di ghiaccio. Il Comune è al lavoro con tutti i mezzi a disposizione per assicurare le migliori condizioni possibili per la circolazione stradale. L'Ordinanza del Prefetto di Ravenna di chiusura delle scuole e degli uffici pubblici esaurisce i suoi effetti nella giornata di oggi, sabato 11 febbraio. Da lunedì gli uffici pubblici riaprono. La riapertura delle scuole richiede una serie di interventi e di controlli che, per essere efficaci, devono essere svolti quando le nevicate sono cessate. Per queste ragioni il sindaco di Ravenna Fabrizio Matteucci ha disposto con un'apposita ordinanza la sospensione delle lezioni e delle attività didattiche per la giornata di lunedì 13 febbraio delle scuole di ogni ordine e grado e degli asili nido in tutto il territorio comunale. Domani, domenica, gli autobus saranno a pagamento e torneranno a essere gratuiti nelle giornate di lunedì 13 e martedì 14 febbraio nelle linee di concessione comunale: tutte quelle cittadine, e del mare, limitate invece quelle del forese (molte delle quali non sono di concessione del Comune di Ravenna).

 

Forlì.

Il Comune di Forlì ha emesso in data odierna una ordinanza di sospensione delle attività didattiche in tutte le scuole ed istituti scolastici per la giornata di lunedì 13 febbraio. Si è decisa inoltre la sospensione di tutti i mercati su suolo pubblico previsti da calendario nella giornata di lunedì 13 febbraio 2012. Nello specifico il provvedimento di soppressione riguarda il mercato extralimentare di piazza Saffi e zone limitrofe, il mercato dei vimini e delle piante di viale Roma e piazza Cavour e il mercato dell'usato di piazza Dante Alighieri. Nell’ambito dei provvedimenti adottati in occasione dell’emergenza neve attualmente in corso, il Comune di Forlì ha prorogato la chiusura dei cimiteri fino all’intera giornata di domenica 19 febbraio 2012. Il servizio del trasporto pubblico urbano sarà gratuito anche per la giornata di lunedì 13 febbraio, pertanto a Forlì i bus urbani sono gratuiti nelle giornate di sabato 11, domenica 12 e lunedì 13 febbraio 2012.

L’Amministrazione comunale ha prorogato fino alle ore 6 di martedì 14 febbraio 2012 l'ordinanza, che disponeva l’istituzione di una nuova disciplina della circolazione su tutte le strade del territorio comunale. Tale ordinanza dispone l'obbligo per tutti i veicoli di circolare con catene omologate e montate o pneumatici invernali idonei alla marcia su neve o su ghiaccio, il divieto circolazione per tutti i veicoli a due ruote nonché il divieto di circolazione per tutti gli autoveicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 tonnellate. Sarà cura degli agenti della polizia municipale e delle altre forze di polizia valutare la possibilità di consentire la marcia, fino al più prossimo luogo di destinazione, ai veicoli che trasportano derrate alimentari, animali vivi o mangimi, o altri generi di prima necessità. Dall'ordinanza sono esclusi i veicoli per trasporto pubblico e di servizio pubblico e i veicoli per soccorso e di emergenza. (l.b.)