Circondario imolese. Il perdurare della perturbazione e le abbondanti nevicate degli ultimi tre giorni hanno spinto le Amministrazioni comunali a prolungare la chiusura di tutte le scuole d ogni ordine e grado del territorio alla giornata di lunedì 13 febbraio. Le difficoltà a garantire le necessarie condizioni di sicurezza per la viabilità sul territorio, hanno portato a questa scelta.

Il punto della situazione di domenica 12 febbraio
Imola. La decisione di mantenere chiuse le scuole anche lunedì 13 febbraio è stata presa questa mattina, nel corso della riunione in Comune per fare il punto sulla situazione neve, dal sindaco Daniele Manca, in via cautelativa, alla luce dell’abbondante nevicata di oggi e in via preventiva, viste le previsioni, al fine di salvaguardare la pubblica incolumità e prevenire pericoli e disagi sia per gli studenti che per tutti i cittadini. “Il nostro obiettivo è di far riprendere regolarmente l’attività didattica nelle scuole martedì 14 febbraio e per farlo stiamo mettendo in campo tutte le forze possibili” sottolinea il sindaco Daniele Manca.
Ieri il grande lavoro dei mezzi spazzaneve, degli spargisale, delle squadre addette alla pulizia dei collegamenti con gli edifici pubblici principali e i percorsi pedonali, dei tanti volontari della Protezione civile aveva permesso di garantire una percorribilità molto buona delle strade e dei principali percorsi pedonali, risolvendo anche alcune situazioni critiche nei quartieri Pedagna e Zolino. Poi da questa mattina presto ha ripreso a nevicare con forte intensità, con le previsioni di nevicate fino almeno nella serata di oggi.

Nevicata eccezionale per Imola. Si calcola che in totale da martedì 31 gennaio scorso sia caduto oltre un metro di neve in città. “Una nevicata davvero eccezionale per Imola, che non si è mai vista in città, che ha superato tutte le previsioni e non si ricorda a memoria d’uomo. Per questo il nostro impegno è stato e continua ad essere massimo e costante – sottolinea il sindaco di Imola, Daniele Manca -. E di questo voglio ringraziare tutti i dipendenti comunali impegnati da quasi due settimane nelle operazioni per superare questa emergenza neve, insieme ai tanti volontari della Protezione civile e dell’associazionismo, a cominciare dagli scout, e tutti quei cittadini che hanno collaborato per rendere la situazione migliore, dimostrando come Imola sia una città coesa e unita, in particolare nel momento del bisogno. Per questo invito tutti ad un ulteriore sforzo ed in particolare i cittadini a continuare la loro preziosa collaborazione fin qui avviata, per pulire le aree di propria competenza”.

Uomini e mezzi al lavoro. Il punto su uomini e mezzi al lavoro lo fa Michele Pasotti, responsabile del settore Mobilità, Infrastrutture e Verde Pubblico che gestisce e coordina l’emergenza neve. “Per tutta la giornata di sabato hanno lavorato i  mezzi spazzaneve fino a notte e in alcuni casi fino al mattino; durante la nevicata  i mezzi spargisale hanno lavorato in collaborazione sui percorsi principali. Nella nottata, quando la precipitazione nevosa ha concesso una tregua è stata effettuata una abbondante salatura sulle strade del territorio comunale a scopo preventivo. Poi, a partire dalle ore 5 di questa mattina (domenica 12 febbraio) sono stati fatti uscire gli spazzaneve sulle zone collinari, e con l'intensificarsi delle precipitazioni anche quelli di pianura – spiega  Michele Pasotti -. Dalle 7 di questa mattina tutti i 32 spazzaneve sono in azione sul territorio e lavorano in parallelo con i 6 spargisale nelle strade principali. E' continuata nella notte anche l'azione di pulizia delle piste ciclabili in particolare nella zona stazione ferroviaria. L’impegno di questi uomini e mezzi è stato continuativo e incessante per tutta la giornata di oggi e lo sarà anche in nottata, a seconda delle esigenze”.
Da questa mattina sono la lavoro anche una ventina di volontari della Protezione civile ed una trentina fra scout e altri giovani volontari impegnati nella pulizia del centro storico, in particolare dei marciapiedi, passaggi pedonali e nello stendere segatura sotto i portici. Sempre da questa mattina Area Blu ha messo in campo 4 squadre di operatori e mezzi: 3 squadre hanno cominciato il lavoro di sgombero dal centro storico della neve accumulata ed 1 si è concentrata nel pulire i parcheggi a sbarre e quelli liberi (quali Bocciofila, Piazzale Vittime lager nazisti, Aspromonte).

Mercati di martedì 14 febbraio. Per quanto riguarda i mercati ambulanti, l’obiettivo è quello di attivarli a partire da martedì 14 febbraio. A questo proposito, si invitano i cittadini a non parcheggiare lunedì 13 febbraio, dalle ore 14, in viale Rivalta nel tratto compreso fra Porta Montanare e via Mazzini, al fine di consentire la pulizia di quell’area e lo sgombero della neve.

Sgombero neve da parte dei privati. I privati che hanno necessità di sgombrare le loro aree dalla neve potranno portarla nell'area di via Tiro a Segno, all’altezza del Ponte Tosa, già parzialmente utilizzata per l'accumulo della neve da parte del Comune.

Per i cittadini. Si rammenta che i marciapiedi sono di competenza dei frontisti e che la neve viene accumulata ai lati delle strade, di conseguenza non è possibile rispondere a singole richieste di sgombero della neve davanti ad accessi privati. Riguardo all’intervento dei privati per liberare il tratto di propria competenza, ad oggi non è stato necessario elevare alcuna sanzione, data la grande disponibilità da parte dei cittadini ad attivarsi per pulire le aree di propria competenze. In centro storico, vista la mancanza di spazi laterali per lo smaltimento la neve viene accumulata e caricata solo successivamente. I parcheggi pubblici in sede propria e quelli su strada ma occupati da auto vengono sgombrati dalla neve solo in un secondo tempo. Ove vi sono strade strette piene di auto parcheggiate che lasciano uno spazio insufficiente per cui lo spazzaneve non riesce ad entrare, non è possibile intervenire se non a completo sgombero delle auto. Pertanto, si raccomanda di non parcheggiare lungo le strade, per agevolare l’intervento degli spazzaneve e comunque una volta a casa parcheggiare il più possibile le auto in garage. Si raccomanda ai cittadini di ridurre il più possibile l’uso di mezzi privati e comunque di muoversi solo se dotati di veicoli con gomme termiche o catene.
Un ultimo importante appello viene fatto ai cittadini a collaborare per togliere da tetti, terrazze e cornicioni neve e ghiaccio che rischiano di cadere sui passanti e sulle macchine, ed a chi gira per strada di prestare attenzione a tali rischi.


Il punto della situazione di sabato 11 febbraio >>>

La situazione Comune per Comune
Imola
Castel San Pietro Terme
Medicina
Castel Guelfo
Mordano
Dozza
Casalfiumanese
Borgo Tossignano
Fontanelice
Castel del Rio