Imola. Cent’anni, ma una mente ancora lucida, tanto che lei, Maria Montroni, quella nevicata del 1929 se la ricorda ancora bene. Abitava a Sasso Morelli ed era andata a trovare i parenti a Giardino, per la festa di Carnevale. Era lì, in casa dei parenti, quando venne la famosa nevicata. “Rimanemmo bloccati in casa per otto giorni – racconta oggi –  e la nevicata di questi giorni ci assomiglia molto a quella di allora”.
Allora Maria Montroni aveva 17 anni, il 12 febbraio 2012 ha compiuto e festeggiato i 100 anni nella sua casa di San Prospero. A nome della Città di Imola è stato il sindaco Daniele Manca a formulare gli auguri di buon compleanno a Maria Montroni, consegnandole la tradizionale medaglia d’oro.
Nata a Sasso Morelli, si è sposata nel 1933 con Amedeo Mirandola, da cui ha avuto cinque figli: Flavio, Everardo, Antonietta, Lina e Laura, presenti anche loro ieri alla festa, insieme anche ai sei nipoti. Con loro c’era anche la sorella della festeggiata, Adelma Montroni, di 97 anni. Dopo il matrimonio, Maria Montroni è andata ad abitare in casa della famiglia del marito, a San Prospero; una di quelle famiglie mezzadrili molto numerose, come era frequente un tempo, composta da oltre una ventina di persone. Una vita fatta di lavoro in campagna e ad allevare i figli. Con la passione per il ballo, in coppia col marito. Proprio a San Prospero continua tuttora a vivere e qui tutti la conoscono e le vogliono un gran bene. Tanto che ieri, nonostante le neve, sono arrivate un’ottantina di persone, fra parenti ed amici, a festeggiare i 100 anni di Maria Montroni.