Imola – Faenza. Una nuova ondata di chiamate per il gelo ha sommerso i centralini di Hera. A causa dell’abbassamento delle temperature di lunedì 13 e martedì 14, nel territorio della struttura operativa Hera di Imola-Faenza si è registrata una nuova impennata delle richieste d’intervento sulla rete idrica: nelle sole due giornate ne sono arrivate infatti oltre 300, di cui 250 relative a contatori rotti. Per far fronte all’emergenza sono attive 22 squadre operative.
Complessivamente, nell’ultima settimana, sono 1015 le richieste di intervento pervenute per danneggiamenti a causa del gelo, di cui 650 relative a contatori rotti che sono già stati sostituiti da Hera, grazie al lavoro delle 22 squadre operative che tutti i giorni intervengono per ripristinare il servizio.
Visto l’elevato numero di chiamate contemporanee in arrivo, nonostante le 160 linee telefoniche della Centrale Operativa di Pronto Intervento Hera, potrebbero quindi registrarsi alcune difficoltà di accesso al servizio. Ciò soprattutto con riferimento al servizio idrico, dal momento che la priorità nella risposta è data alle segnalazioni sul servizio gas, potenzialmente più critico.
Si informano dunque i cittadini che potrebbero rendersi necessari più tentativi di chiamata prima di potere prendere la linea. Si ricordano i numeri verdi per il pronto intervento:
acqua e fognature servizio idrico, teleriscaldamento  800.713.900;
gas 800.713.666; energia elettrica 800.999.010.
Data inoltre l’eccezionale numerosità di richieste di intervento registrate in questi giorni, l’azienda avvisa che, nonostante l’impiego di tutte le risorse a disposizione, potranno verificarsi alcuni ritardi negli interventi di riparazione.
Con l’occasione Hera rinnova l’invito a proteggere adeguatamente i contatori idrici rivestendoli con  materiale isolante quale poliuretano espanso o polistirolo. I contatori più a rischio sono quelli esposti alle variazioni climatiche collocati in locali, nicchie, armadietti, pozzetti all'esterno dei fabbricati o in abitazioni raramente utilizzate. Per i contatori posti in fabbricati disabitati è consigliabile chiudere il rubinetto a monte del misuratore e provvedere allo svuotamento dell'impianto. Si ricorda che in caso di rotture, le riparazioni e sostituzioni sono a carico dell’utente.
Per la raccolta rifiuti, Hera informa che la raccolta dei rifiuti è attualmente regolare. Compatibilmente con la percorribilità delle strade, sono ripresi tutti i servizi di raccolta attivi sul territorio. Le stazioni ecologiche del Circondario sono attualmente tutte aperte.