Casalfiumanese (BO). L’idea nasce sotto la canicola estiva della passata estate quando alcuni genitori, mentre osservano i loro bimbi nel tentativo di colpire con una palla i canestri della locale bocciofila, si domandano tra loro: perché a Casale non c’è la pallacanestro? Semplice, interviene un babbo: “il paese è troppo piccolo per due sport da maschi. Qui, quelli che hanno voglia di fare sport giocano al calcio!” E’ vero, risponde una mamma, “mio figlio l’anno scorso ha provato il calcio… purtroppo con scarsi risultati…! Non sarebbe possibile avere a Casale una squadra di minibasket?”
L’idea è buona. I genitori si organizzano: una telefonata al vecchio allenatore delle giovanili di basket ad Imola, i primi contatti con la polisportiva Valsanterno, qualche informazione dal Comune sulla nuova palestra che si sta costruendo.
Il progetto va avanti. La Grifo basket di Imola accetta la sfida e decide di “sbarcare” a Casalfiumanese, nonostante il potenziale bacino d’utenza non sia proprio quello di una metropoli. I dirigenti della polisportiva Valsanterno colgono immediatamente e intelligentemente l’opportunità educativa che può offrire il minibasket e, lungi dallo sbarrarne la strada, sono ben contenti di affiancarlo al calcio nel calendario degli orari della nuova palestra. L’ufficio tecnico del Comune, pur avendo terminato l’installazione delle nuove attrezzature e nonostante i tempi di ristrettezze economiche, riesce a fare aggiungere il meccanismo per abbassare i canestri, indispensabile per i piccoli cestisti. I genitori si incaricano del passaparola e di fare volantinaggio davanti alle scuole della vallata e in parrocchia. Insomma, il progetto decolla. La sinergia tra gli attori funziona: ognuno fa la propria parte realizzando così un piccolo esempio di vera sussidiarietà. Ma è solo grazie all’opera del coach Augusto Conti, non solo d’indiscutibile spessore tecnico, ma autorevole e dotato di capacità educativa, che i bambini si stanno divertendo a praticare il gioco sport. Ad ottobre in sei, oggi in quattordici, tutti che non vedono l’ora di schiaffeggiare la palla a spicchi. La strada da fare è ancora tanta ma, come si usa dire, il buon giorno si vede dal mattino!

(Roberto Carbone, Simona Landi, Alessia Benati, Romina Barbieri, Ilenia Russo, Cristina Burnacci, Roberto Morozzi, Monia Giovannini, Emanuele Ghini, Daniele Lanzoni, Alessio Chiavacci).